Salerno. Choc nei pressi dell’Arechi, cadavere nel cantiere del palazzetto dello sport

Salerno. Choc nei pressi dell’Arechi, cadavere nel cantiere del palazzetto dello sport


Una telefonata anonima alla sede operativa del 118 di Salerno annunciava, ieri mattina, la presenza di un cadavere all’interno del cantiere dismesso del palazzo dello sport in via Allende. Subito sono partite le operazioni di soccorso e verifica da parte dei caschi rossi e dei carabinieri del comando provinciale. E tra sterpaglie e cemento è stato trovato quanto annunciato dall’informatore rimasto segreto. Si era pensato a un omicidio ma la morte della donna, una 81enne salernitana che da tempo avea deciso di vivere senza un domicilio e in strada, è arrivata a causa di un malore. Questo è quanto emerso dall’esito dell’esame esterno sul corpo della anziana effettuato dal medico legale nominato dalla Procura presso il Tribunale di Salerno. Di lei se n’erano perse le tracce da una decina di giorni e il suo corpo in avanzato stato di decomposizione lascia immaginare che il suo decesso sia sopraggiunto proprio in seguito alla sua scomparsa.