Pompei. Droga nello scantinato di casa, condannato esattore del clan

Pompei. Droga nello scantinato di casa, condannato esattore del clan


Droga nella cantina di casa: condannato presunto esattore del clan. Aniello Cirillo, pregiudicato 43enne di Pompei, dovrà scontare una condanna a 5 anni e 4 mesi di reclusione per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo – recentemente coinvolto in un’inchiesta dell’Antimafia – è stato trovato in possesso di 13 grammi di cocaina e 7 di hashish detenuti all’interno di un’area di pertinenza della sua abitazione. La condanna firmata dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Torre Annunziata è comunque molto più mite rispetto alla richiesta della Procura. Il pubblico ministero, nella sua requisitoria, aveva invocato 7 anni e 6 mesi di reclusione per il 43enne. Il gup ha però accolto le motivazioni del legale di Cirillo – difeso dall’avvocato Gennaro De Gennaro – che in sede di discussione ha puntato sul fatto che è stato proprio l’imputato a indicare ai poliziotti il luogo dove è stata occultata la droga.