Rimproverato per uso cellulare, studente colpisce prof

Rimproverato per uso cellulare, studente colpisce prof


Uno studente che usava in classe il proprio cellulare senza seguire la lezione e’ stato ripreso dell’insegnante e lui, per tutta risposta, ha lanciato un oggetto contundente contro la professoressa, colpendola. L’episodio e’ accaduto in una scuola media a Sondrio. Fatto analogo a Valle del Savio, nell’Appennino di Forli’-Cesena, dove un ragazzino di scuola media, definito “problematico” ha sferrato un pugno in faccia a un’insegnante che stava cercando di calmarlo. A Sondrio l’insegnante ha dovuto fare ricorso alle cure mediche in Pronto soccorso. Pur essendo stata informata la questura, pero’, la docente ha preferito non sporgere denuncia, perche’ – ha detto – “non sarebbe questo il modo migliore per punire il minorenne responsabile”. La dirigente scolastica, come la vittima dell’aggressione, si e’ limitata a dire che l’utilizzo di telefonini e smartphone non e’ consentito durante le lezioni e non ha voluto entrare nei particolari della vicenda per non rendere identificabile il responsabile del gesto. A Valle del Savio il fatto e’ avvenuto una settimana fa: la professoressa, ferita al naso, ha avuto una prognosi di cinque giorni. Il giovanissimo studente, che gia’ in passato aveva avuto comportamenti di disturbo a scuola ma mai era arrivato a tali livelli, da un paio di ore stava creando problemi in classe quando e’ stata chiamata un’insegnante che in particolare lo aveva saputo gestire in passato. All’improvviso, senza motivo, il ragazzo le ha sferrato un pugno colpendola al naso. In passato i genitori dei compagni di classe sia in via formale che informale avevano segnalato alla scuola che il giovane aveva strani atteggiamenti.