Gragnano. Raccolta rifiuti, nessuna sospensiva: guerra tra le ditte

Gragnano. Raccolta rifiuti, nessuna sospensiva: guerra tra le ditte


 

 Niente tregue per il lungo contenzioso che prosegue tra la Buttol e l’Am Tecnology, per il servizio di raccolta rifiuti. Un primo ostacolo superato per una “sospensiva” non concessa dal Tar e richiesta dalla seconda ditta in gara. Ma la battaglia nelle aule dei Tribunali non è ancora finita. Infatti la sentenza definitiva sarà motivata dal Tar il 10 aprile prossimo. Una sorta di corsi e ricorsi storici, al pari del papocchio che si è concretizzato durante l’estate 2017. Stesso copione e stesse richieste: la sospensiva del servizio e l’annullamento dell’aggiudicazione dell’appalto alla Buttol. Un servizio che è andato avanti senza intoppi ma che ha visto gli uffici comunali impegnati a rivedere l’intera gara unitamente alla Centrale Unica di Committenza per l’annullamento dell’aggiudicazione del servizio differenziata avviato con la Buttol il 7 settembre 2017. Neanche il tempo di organizzare mezzi e uomini che la ditta fu fermata a metà novembre 2017. Un iter che, alla pari, si è ripetuto appena dopo la seconda aggiudicazione, a gara rivista, alla medesima ditta avvenuta a inizio gennaio. L’Am Tecnology è decisa a farsi sentire ancora. Non c’è pace per un appalto trasformato in un’odissea infinita, quasi da record di ricorsi tra la prima e la seconda ditta in gara.