Armi da guerra, 45enne seguito nei suoi spostamenti da Torre Annunziata al Nolano

Armi da guerra, 45enne seguito nei suoi spostamenti da Torre Annunziata al Nolano


Una traccia che porta alle armi. Carichi di fucili, munizioni e materiale per realizzare pallottole e cartucce che riempie i traffici del Vesuviano. Una base a Torre Annunziata, dove arrivano le armi che servono a rendere più forti e potenti i clan della zona. Ma un rivolo di elementi che spinge fino al Nolano dove vengono spesso custodite le armi in dotazione alle cosche. E’ seguendo questa traccia che i carabinieri del nucleo investigativo guidati dal maggiore Antonio Bagarolo sono arrivati a Vincenzo Sdino, 45 anni di Scisciano, l’uomo che aveva trasformato un casolare di campagna in un deposito di armi e munizioni. Adesso è finito in cella con le accuse di ricettazione, porto e detenzione illegale di armi e detenzione illegale di munizioni per armi comuni e da guerra.