Santa Maria La Carità. Strada dissestata via Madonna delle Grazie, c’è la denuncia

Santa Maria La Carità. Strada dissestata via Madonna delle Grazie, c’è la denuncia


Via Madonna delle Grazie, una strada che si è trasformata in un percorso a ostacoli sempre più pericolosa e degradata. Buche, segnaletica stradale carente e un ponte-trappola dei tir ne fanno da cornice a un’arteria che ricade nella gestione dei due Comuni di Santa Maria la Carità e Gragnano. Un abbandono totale di una parte periferica che, pochi giorni fa, è stata nuovamente protagonista dell’ennesimo incidente che ha coinvolto un camion e che, di conseguenza, ha limitato la viabilità già precaria. A dare voce ai cittadini residenti è il consigliere di minoranza Stefano Cascone, dell’assise sammaritana, che senza mezzi termini colpisce l’amministrazione D’Amora: «Adesso basta, via Madonna delle Grazie merita rispetto, non può essere abbandonata in questo modo. Basti percorrere per la succitata via per rendersi conto della cattiva gestione e la noncuranza delle periferie da parte dell’amministrazione sammaritana, nonostante parliamo di un’arteria importantissima per il nostro Comune. Giovedì scorso è andato in scena l’ennesimo incidente tra un autotrasporti e il ponte ferroviario, provocando l’ennesimo disservizio con la relativa chiusura della strada per tutto il giorno – continua l’affondo il consigliere Stefano Cascone – L’amministrazione stavolta non può scendere dalle nuvole , dopo i tanti solleciti avuti in questi anni sia da parte mia che da i tanti residenti. Quest’episodio conferma l’inadeguatezza e l’ inefficienza dell’attuale amministrazione, condita soprattutto da una mancanza di organizzazione. In tante occasioni avevo richiesto sia un adeguamento che un miglioramento della segnaletica, ponendo anche un lampeggiante e una presenza delle autorità preposte per arginare il traffico, ma di fatto non è avvenuto nulla. Come se non bastasse il manto stradale con la pioggia si sgretola continuamente, creando innumerevoli voragini. Anche un bimbo capirebbe che c’è bisogno di un rifacimento totale e non i soliti rappezzi».