Torre Annunziata. Revocato il 41 bis al killer dei Giontanta

Torre Annunziata. Revocato il 41 bis al killer dei Giontanta


Ha vissuto per anni da sepolto vivo in una cella di appena 10 metri quadrati, seguito a vista da secondini e telecamere. Prima nel braccio di massima sicurezza del carcere di Novara, poi a Sassari, nel cuore dell’Alcatraz italiana. Era finito nella lista nera dei detenuti più pericolosi d’Italia stilata dal Dipartimento dell’Ammi- nistrazione Penitenziaria e dalla Direzione Distrettuale Antimafia. Ma secondo il Tribunale di Sorveglianza di Roma, Giovanni Iapicca, 48enne pluriergastolano ri- tenuto legato al clan Gionta di Torre Annunziata, non è più pericoloso. I giudici han- no, infatti, deciso di revocare il regime del carcere duro disposto a carico di Iapicca, meglio noto nell’ambiente criminale con il soprannome di “rancitiello