Castellammare. Un debito di gioco dietro la bomba in pescheria

Castellammare. Un debito di gioco dietro la bomba in pescheria

Un debito di gioco dietro la bomba in pescheria

Un debito di gioco mai saldato. Per questo motivo un malvivente fece esplodere una bomba carta contro la saracinesca di una pescheria di piazza Matteotti a Castellammare di Stabia. A distanza di 13 mesi da quell’episodio gli investigatori stanno cercando di stringere il cerchio su una vicenda che ha destato più di qualche sospetto in città. Anche perché dopo poche settimane da quell’esplosione, il titolare decise di chiudere definitivamente la sua attività. Alimentando ancor di più il sospetto che potesse trattarsi di una questione molto seria.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++