Maltempo. Il sindaco non chiude le scuole e ricoperto di insulti

Maltempo. Il sindaco non chiude le scuole e ricoperto di insulti


Ieri sera ha annunciato la regolare apertura di tutte le scuole sul territorio comunale di Faenza (Ravenna) nonostante la neve. Una decisione che oggi e’ costata al sindaco Giovanni Malpezzi decine di insulti tramite Facebook, soprattutto da parte di giovanissimi, in alcuni casi corredati da bestemmie. Il primo cittadino ha annunciato la possibilita’ di agire per vie legali. “I cittadini – ha scritto sempre su Facebook – hanno il pieno diritto di dissentire e di criticare le scelte compiute dagli amministratori pubblici. Ma gli insulti che costituiscono ‘oltraggio a pubblico ufficiale’ sono puniti dal Codice Penale. Anche la bestemmia configura un reato e, in ogni caso, offende pesantemente il sentimento religioso di chi crede. Come Sindaco non posso accettare che tramite uno strumento di comunicazione pubblica da me gestito si commettano impunemente simili reati a danno delle Istituzioni e della sensibilita’ religiosa. Ho pertanto provveduto a salvare tutti i commenti per poi agire di conseguenza”. Malpezzi ha quindi invitato “tutti coloro che hanno scritto insulti di vario genere” a contattare i suoi uffici per un incontro chiarificatore nel quale i minori dovranno essere accompagnati da un genitore. Se cio’ non dovesse accadere, “entro 15 giorni da oggi, procedero’ per le vie legali”.