Emergenza gelo, disagi sui Lattari: famiglie ostaggio della nevicata

Emergenza gelo, disagi sui Lattari: famiglie ostaggio della nevicata


Emergenza gelo, strade off-limits e disagi per i Comuni dei Monti Lattari. Difficoltà maggiori registrate ad Agerola dove anche il servizio di raccolta rifiuti è stato sospeso per le avverse condizioni meteorologiche. Scuole chiuse e attività bloccate. Anche alcuni negozi hanno deciso di lasciare le saracinesche abbassate durante i giorni di emergenza. Cittadini barricati in casa e alcune disdette di soggiorno da parte di turisti attirati dalle escursioni dei Sentieri degli Dei, ovviamente impercorribili. «Vista la nevicata in corso, sono attive tutte le strutture operative per fronteggiare l’emergenza nel rispetto del “Piano neve e ghiaccio del Comune di Agerola”», fa sapere il sindaco Luca Mascono

Neve che continua a cadere e imbiancare il piccolo centro dei Monti Lattari in alta quota, isolato dal gelo. «Si raccomanda la massima prudenza e di utilizzare la propria auto, solo se muniti di catene a bordo o di pneumatici da neve e solo in caso di necessità. Confidiamo nella collaborazione di tutti», suggerisce il primo cittadino. 

Pimonte 

Oltre le temperature scese repentinamente anche a Pimonte, a mettere in ginocchio il paese è l’interruzione dell’erogazione idrica. In via precauzionale e per evitare che le condotte possano congelarsi, per il secondo giorno i pimontesi sono rimasti senza acqua potabile per almeno nove ore. Rubinetti a secco e la corsa è stata all’acquisto di acqua in bottiglia disponibile nei negozi. Finiti i rifornimenti si dovrà poi attendere la riapertura della Strada Statale per Agerola, inibita su ordinanza del Prefetto, ai mezzi pesanti. 

«A causa delle condizioni meteorologiche avverse, si avvisa la cittadinanza che sul tutto il territorio pimontese ci sarà nuovamente la chiusura dell’acqua potabile, a partire dalle ore 21,30 del giorno 27 febbraio fino alle 6 di questa mattina. Ci scusiamo del disagio». E’ l’avviso che è stato divulgato dagli amministratori comunali e affidato al web, per una comunicazione istantanea. 

Gragnano e Lettere 

Scuole chiuse e emergenza gelo ancora non rientrata nelle zone collinari di Gragnano e di Lettere. «Tutto sotto controllo. Abbiamo richiesto e ottenuto un secondo rifornimento di sale per liberare le strade, soprattutto di Caprile, Aurano e Castello, dalle possibili gelate notturne» rassicura il sindaco di Gragnano Paolo Cimmino

In strada a controllare l’intero territorio di Lettere il sindaco-volontario Nino Giordano che, da due giorni, indossa la divisa della protezione civile per risolvere o segnalare eventuali disagi dei cittadini.