Torre Annunziata. Il boss Gallo s’interessa del clan: “E’ ancora pericoloso”

Torre Annunziata. Il boss Gallo s’interessa del clan: “E’ ancora pericoloso”

Il boss Gallo s'interessa del clan: "E' ancora pericoloso"

Ha chiesto al figlio come andavano gli «affari di famiglia». Si è informato «sull’andamento degli affari illeciti del clan» e «sui rapporti con gli altri soggetti». Quanto basta per essere considerato ancora un «soggetto pericoloso» dai magistrati. A dirlo sono i giudici del tribunale di sorveglianza del carcere dell’Aquila dove il boss Pasquale Gallo, alias o bellil è rinchiuso, ma da dove non ha mai smesso di guardare agli interessi del proprio clan. L’esponente del sodalizio criminale, da anni in contrasto con la cosca dei Valentini, è finito nel mirino dopo una serie di intercettazioni ambientali ricostruite all’interno del penitenziario nel quale Gallo è rinchiuso.

+++ L’ARTICOLO COMPLETO SU METROPOLIS OGGI IN EDICOLA +++