Torre Annunziata. Spari per vendicare il boss tradito, vittima saluta i killer in aula

Torre Annunziata. Spari per vendicare il boss tradito, vittima saluta i killer in aula


Sulla carta quei due ragazzini che non arrivano a 20 anni sono accusati di avergli sparato un colpo di pistola a bruciapelo rischiando di ucciderlo. Ma quando Vittorio Nappi – la vittima di quell’agguato – ha lasciato l’aula “Giancarlo Siani” del tribunale di Torre Annunziata dopo una testimonianza “titubante” e piena di «non ricordo», ha fatto quello che nessuno avrebbe mai immaginato. Si è voltato, ha incrociato lo sguardo del figlio del boss e lo ha salutato. Non proprio un gesto usuale, specie se nella “gabbia” c’è qualcuno accusato di averti sparato. 

+++L’ARTICOLO COMPLETO OGGI SU METROPOLIS QUOTIDIANO+++