Molotov alla Federico II e principio d’incendio, il rettore: “Fatto gravissimo”

Molotov alla Federico II e principio d’incendio, il rettore: “Fatto gravissimo”

Molotov alla Federico II e principio d'incendio, il rettore: "Fatto gravissimo"

Principio d’incendio nella sede centrale dell’università Federico II di Napoli. Negli uffici amministrativi, al secondo piano dello storico edificio di corso Umberto, è stata notata dai custodi una bottiglia dalla quale usciva del fumo. I fatti intorno alle 8.15, quando la sede dell’ateneo era ancora quasi deserta. Un custode ha prontamente utilizzato l’estintore evitando il peggio. Danneggiato soltanto un pannello e alcune carte sistemate su una scrivania. Sul fatto stanno indagando gli agenti della Digos della Questura, intervenuti sul posto anche i vigili del fuoco. Nessun disagio per gli studenti che si stavano apprestando a seguire i corsi. “Quello che è accaduto è un fatto gravissimo – ha detto il rettore Gaetano Manfredi – anche perché ha messo a repentaglio le persone. Sono stati messi in discussione i principi di democrazia e di autonomia che l’università da sempre difende”. Il rettore ha, inoltre, espresso “piena fiducia nell’operato della magistratura” per far luce sull’episodio.