SuperEnalotto, Jackpot sfiorato: un sistema premia tutta Italia con un 5+ da 650mila euro, boom in Campania

SuperEnalotto, Jackpot sfiorato: un sistema premia tutta Italia con un 5+ da 650mila euro, boom in Campania

SuperEnalotto, Jackpot sfiorato: un sistema premia tutta Italia con un 5+ da 650mila euro, boom in Campania

Il Jackpot del SuperEnalotto sfugge ancora, per il prossimo concorso mette in palio 113,5 milioni di euro, premio più alto in Europa e quinto nella storia del concorso, ma la “preda” appare sempre più vicina. L’ultimo indizio, come riporta Agipronews, è il sistema da 90 quote – diviso in tutta Italia – che per l’estrazione di martedì 13 marzo ha centrato un 5+ da 650mila euro. I “pezzi” del sistema – ogni quota dà diritto a riscuotere oltre 7mila euro – sono stati acquistati sulla bacheca online dei ricevitori e rivenduti nelle ricevitorie italiane, con la Campania in cima per vincite: merito delle 5 quote del sistema, spiega AGipronews, vendute nel punto vendita Bar Maiorino di Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, a cui si aggiungono anche altre 11 quote distribuite in regione (un’altra a Salerno, ben otto in provincia di Napoli, e una testa tra Caserta e Avellino). Si fa festa anche a Gubbio, in provincia di Perugia, dove il Bar Europa eguaglia il record di quote vincenti, cinque complessive, mentre a livello regionale le altre zone più fortunate risultano la Lombardia con 9 quote vincenti (4 a Milano, 2 a Monza, una a testa tra Bergamo, Brescia e Lodi), 8 le vincite nei punti vendita del Lazio (4 a Roma, 2 a testa per Frosinone e Latina) e in Veneto (3 a Verona, 2 a testa per Padova e Vicenza, 1 vincita a Venezia).

Non è la prima volta che i sistemi della Bacheca online dei ricevitori regalano premi con “precipitazioni” in tutta Italia: il precedente più famoso è il Jackpot da 178 milioni vinto a ottobre del 2010, che venne diviso in 70 quote distribuite in tutto il Paese, mentre altre vincite più recenti sono gli 862mila euro vinti a gennaio del 2017 (divisi in 63 quote) e gli oltre 2,6 milioni di euro centrati lo scorso 15 febbraio (divisi in 99 quote). PG/Agipro