Papa a Pietrelcina, una lunga notte di preghiera

Papa a Pietrelcina, una lunga notte di preghiera


Sara’ un notte di preghiera per i fedeli che stanno arrivando nella chiesa di Piana Romana, alla periferia di Pietrelcina, il piccolo comune del Sannio dove e’ nato San Pio, il frate con le stimmate, e dove domani Papa Francesco sara’ in visita. L’arrivo del Pontefice e’ previsto intorno alle 8. Papa Bergoglio si fermera’ in preghiera nella piccola cappella dell’Olmo dove Francesco Forgione, il futuro San Pio, da giovane sacerdote, si ritirava in preghiera appunto all’ombra di un olmo e dove, a dieci anni, maturo’ la sua vocazione al sacerdozio, nell’ordine dei frati Cappuccini, dopo aver ascoltato le parole di un frate cercatore che si reco’ nella piccola masseria della famiglia Forgione per avere in dono un po’ di grano. Ad accogliere il Papa ci sara’ l’arcivescovo di Benevento, monsignor Felice Accrocca, il frate ‘guardiano’ del convento dei Cappuccini, padre Fortunato Grottola, il sindaco di Pietrelcina, Domenico Masone, il presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca. E come ha annunciato dallo stesso presidente De Luca il Papa benedira’ le targhe degli ospedali riuniti di Benevento, intitolati appunto a San Pio da Pietrelcina. Successivamente Papa Francesco parlera’ ai pellegrini che gia’ stanno giungendo da diverse localita’ della Campania ma anche dall’estero. Presenti fedeli francesi, argentini e venezuelani. Sono soprattutto componenti dei gruppi di preghiera, ormai diffusi in tutto il mondo; i gruppi che padre Pio fondo’ ed incoraggio’ per seguire la crescita religiosa dei suoi “figli spirituali”. Poi il Papa partira’ in elicottero, per San Giovanni Rotondo (Foggia), il centro del Gargano, dove visse a lungo e dove fondo’ l’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza”, oggi importante centro di cura e di ricerca. Una visita che avviene nel 50mo anniversario della morte (settembre 1968). Quella di oggi a Pietrelcina e’ stata una giornata di attesa e di preghiera. In mattinata sono arrivati gli uomini delle forze dell’ordine che hanno passato al setaccio ogni angolo di Piana Romana mentre i frati cappuccini hanno messo a punto le ultime cose nella Cappella dell’Olmo dove c’e’ una statua di padre Pio seduto in preghiera e dove oggi e’ stato posizionato un nuovo crocifisso. Nel pomeriggio i fedeli si sono ritrovati in preghiera nella nuova chiesa che e’ stata realizzata nel 2000. Prima una messa presieduta dal vescovo di Benevento, poi la Via Lucis e quindi una lunga veglia di preghiera, che andra’ avanti fino alle 5 di domani mattina mentre un gruppo di pellegrini ha portato in processione dal centro del paese a Piana Romana, che dista una manciata di chilometri, la statua della Madonna della Libera alla quale il santo con le stimmate era particolarmente devoto. Quindi i fedeli si sposteranno nel piazzale, dove non ci sono posti a sedere, ma solo alcuni saranno riservati agli ammalati. “Sara’ un momento di risveglio della spiritualita’” ha detto il cardinale Crescenzio Sepe, presidente della Conferenza episcopale della Campania e arcivescovo di Napoli, parlando della visita del papa in Campania. Papa Francesco e’ il primo Papa che visita Pietrelcina, il quarto (dopo Benedetto XIII, Pio IX e Giovanni Paolo II) che si reca, invece, nella diocesi di Benevento, una delle piu’ antiche della chiesa cattolica; una Chiesa locale che oltre a padre Pio conta 11 tra santi e beati.