Torre del Greco, il Pd serra le fila: un trio di saggi per selezionare il nuovo leader

Torre del Greco, il Pd serra le fila: un trio di saggi per selezionare il nuovo leader

Torre del Greco, il Pd serra le fila: un trio di saggi per selezionare il nuovo leader

Torre del Greco. Due ex segretari cittadini e il capogruppo uscente in consiglio comunale per centrare un’impresa apparentemente impossibile: individuare un leader in grado di mettere d’accordo tutte le correnti del Pd. Spetterà al «trio di saggi» composto da Antonio Cutolo – l’ultimo vero sindaco di Sinistra a Torre del Greco – Vittorio Cuciniello e Salvatore Romano selezionare il «candidato giusto» per rappresentare il primo partito del centrosinistra all’ombra del Vesuvio. è la decisione maturata al termine del direttivo cittadino convocato dall’avvocato Massimo Meo per serrare le fila in vista del voto: una riunione particolarmente partecipate, in cui non sono mancati spunti di riflessione e proposte. Lanciate proprio da Vittorio Cuciniello – storico militante di Cappella Nuova – e Michele Polese, l’avvocato proveniente da Alleanza Nazionale: due profili profondamente diversi eppure concordi nell’indicare il consigliere regionale Loredana Raia come soluzione ideale per uscire dal pantano del toto-nomi. Una proposta accolta con soddisfazione e commozione dalla pasionaria proveniente dai Ds: «Sono lusingata e onorata, indicazioni così autorevoli rappresentano un importante riconoscimento al lavoro svolto in Regione Campania e uno stimolo a portare avanti le iniziative già messe in campo per il territorio – le parole di Loredana Raia -. Ma, in un momento così delicato per Torre del Greco, ritengo opportuno mettere da parte le ambizioni personali per remare tutti insieme verso l’obiettivo di portare il Pd alla guida della quarta città della Campania». Un obiettivo fino a oggi solo sfiorato dai democrat – il successo di Gennaro Malinconico a cavallo dei due mandati di Ciro Borriello arrivò grazie a un accordo con Nello Formisano e l’Udc di Nicola Donadio – e oggi ritenuto prioritario dai vertici locali del Pd. Il «no, grazie» di Loredana Raia confermerebbe l’ipotesi legata a un «asso» pronto a essere calato sul tavolo di via Circumvallazione per puntare alla conquista di palazzo Baronale: durante la prossima settimana il «trio di saggi» procederà con le consultazioni interne e – salvo colpi di scena o impreviste frenate – già durante il prossimo week-end potrebbe arrivare l’atteso annuncio del Pd.