Pompei: Cipolletta, progetto Hub ferroviario mai accantonato

Pompei: Cipolletta, progetto Hub ferroviario mai accantonato


La presentazione dei nuovi cantieri di scavo nel Parco archeologico di Pompei ha visto stamane la prima partecipazione pubblica del nuovo direttore generale del Grande Progetto Pompei, generale Mauro Cipolletta, subentrato di recente al generale Luigi Curatoli. A margine dell’incontro con i giornalisti, Cipolletta ha smentito quanto affermato ieri da due esponenti del Movimento 5 Stelle, il parlamentare Luigi Gallo e la neosenatrice Virginia La Mura, circa l’abolizione del progetto dell’hub ferroviario a Pompei dal piano di valorizzazione del territorio legato ai siti archeologici, denominato Buffer zone, sempre annesso al Grande progetto Pompei. “L’hub ferroviario a Pompei non e’ stato affatto accantonato – ha spiegato il generale Cipolletta – dovra’ essere approfondito attentamente, perche’ la previsione e’ di rimuovere la linea ferroviaria costiera che taglia il territorio dal mare. Si vuole invece garantire una maggiore unione territoriale dei Comuni attraversati attualmente dalle ferrovie. Ma naturalmente questo progetto, ritenuto opportuno da tutti i comuni interessati, e’ un’opera che prevede tempi molto lunghi e pertanto e’ stato rinviato, perche’ deve contemplare soluzioni per i tanti pendolari che dovrebbero poter usufruire di un’alternativa nel trasporto locale, durante gli anni in cui verrebbero effettuati i lavori. C’e’ la massima disponibilita’ da parte dei tavoli istituzionali per individuare una soluzione”. Prossima tappa per dare attuazione ai progetti per la Buffer zone, ha spiegato il generale Cipolletta, “e’ la costituzione del contratto istituzionale di sviluppo, un soggetto in grado di ricevere e gestire i finanziamenti in arrivo”. Il dg del Grande Progetto Pompei ha annunciato l’imminente arrivo di una prima consistente tranche del finanziamento annunciato. “Si tratta di una somma di denaro finalizzata alla fase progettuale – spiega Cipolletta – quella relativa alla elaborazione di studi di fattibilita’ tecnico-economico e dei progetti esecutivi rispetto ai quali sono stati gia’ individuati gli obiettivi da perseguire”.