Denuncia shock di una ex compagna di un calciatore: “Pugni in faccia e calci, ho rischiato di morire”

Denuncia shock di una ex compagna di un calciatore: “Pugni in faccia e calci, ho rischiato di morire”


E’ il racconto dettagliato di anni di violenze terribili, ricatti, pugni, ricoveri in ospedale: il calvario della compagna di un calciatore ancora in attivita’ di Ligue 1, la massima serie del calcio francese, e’ l’apertura shock del quotidiano sportivo L’Equipe, che dedica interamente alla testimonianza raccapricciante della donna le prime 3 pagine. “Non erano schiaffi, ma pugni in pancia, sul viso, ovunque…” e’ il grande titolo sulla prima pagina con la testimonianza di “Miriam”, il nome con cui si fa chiamare la donna che ha condiviso per due anni da incubo la vita del calciatore: “ho rischiato di morire”, sottolinea. L’identita’ del calciatore non viene svelata, la donna racconta soltanto di averlo conosciuto “in Africa, quando veniva a giocare in nazionale”. E’ una storia di violenze fisiche, psichiche, di stupri continui che l’uomo le imponeva dopo averla picchiata a sangue, di ricoveri in ospedale dove la vittima ricorreva a bugie per non ammettere di essere stata picchiata.