Nokia 8, il top di gamma è tornato

Nokia 8, il top di gamma è tornato

Lo smartphone sviluppato dalla HMD segna il ritorno dello storico marchio nell'olimpo dei modelli che contano

Dopo essere stata leader mondiale nella produzione di cellulari fino al 2007, ed aver vissuto una lenta ma inesorabile decadenza con l’arrivo degli smartphone, una crisi dovuta soprattutto all’incapacità dei suoi Windows Phone di rosicchiare quote di mercato ad Android e iOS, lo scorso anno, Nokia, ora gestita dalla HMD Global, ha presentato i suoi primi smartphone, di fascia bassa e media, equipaggiati con il sistema operativo del robottino verde. Proseguendo nel cammino di rilancio del brand, impresa non facile in una momento di surplus dell’offerta come quello attuale, l’azienda finlandese ha messo sul mercato il Nokia 8, primo top di gamma della nuova fase, tentando di competere con i flagship concorrenti, grazie ad una scheda tecnica convincente, alla scelta di materiali di qualità e, fatto non secondario, ad un prezzo particolarmente aggressivo.

Nella confezione di vendita, oltre il telefono, troviamo delle cuffie in-ear, il caricatore Quick Charge 3.0, che permette di ricaricarlo in circa 90 minuti da 0% al 100%, e la classica spilletta per aprire lo slot laterale.

Le dimensioni sono di 151,5 x 73,7 x 7,9 mm, il peso è di 160 grammi. La scocca monoblocco è realizzata interamente in alluminio serie 6000 con finitura opaca o lucida ed effetto ton sur ton sul bordo superiore ed inferiore della cornice. Il dispositivo può essere usato anche con una sola mano ma soffre del famigerato “effetto saponetta”.

Lungo il bordo laterale, a destra, sono presenti il bilanciere del volume e il tasto di accensione, a sinistra, il carrellino estraibile, che può contenere due SIM telefoniche in formato nano, oppure una SIM e una memoria microSD (massimo 256 GB). In alto c’è il jack audio da 3.5 mm, in basso il microfono, un potente speaker e la microUSB Type C 3.1.

Nokia 8, il top di gamma è tornato

Sulla faccia posteriore trovano spazio la doppia fotocamera, il sensore per la messa a fuoco e il flash LED, oltre il logo Nokia in bella evidenza. Anteriormente, oltre lo schermo in formato 16:9, ci sono, in alto, la fotocamera frontale e la capsula auricolare, in basso, il pulsante fisico centrale Home, che funge anche da lettore di impronte, abbastanza preciso e reattivo, affiancato da due tasti a sfioramento, Multitasking e Indietro, come da prassi Android.

Il display è un pannello da 5.3” con risoluzione Quad HD (1440 x 2560 pixel) e densità di 554 ppi. La riproduzione dei colori è fedele, grazie alla tecnologia In Plane Switching. La luminosità è tale da poter utilizzare lo smartphone, senza problemi, anche sotto la piena luce del sole. A proteggerlo un Corning Gorilla Glass di quinta generazione, resistente ad urti, cadute e graffi dovuti a sfregamenti fortuiti e usura da utilizzo.

On board sono presenti un chipset Qualcomm Snapdragon 83 5 octa core (Quad-core 2.45 GHz Kryo + Quad-core 1.9 GHz Kryo), affiancato da una GPU Adreno 540, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna. Una dotazione hardware, che, come abbiamo sperimentato durante la nostra prova, è in grado di far girare tutto senza rallentamenti o incertezze, compresi il giochi più pesanti (solo qualche lieve ritardo in fase di caricamento) e spingendo al massimo il multitasking. Completo il set di sensori con Accelerometro, Prossimità, Giroscopio, Bussola.

Per quanto riguarda la connettività, il Nokia 8 è un 4G LTE con velocità in download fino a 450 Mbps, il Wi-Fi (802.11 b/g/n/ac) è dual band, il Bluetooth 5.0 supporta A2DP/LE. Per la geolocalizzazione ci sono GPS e Glonass. Ottima la qualità della sezione telefonica che è Dual SIM.

Nokia 8, il top di gamma è tornato

Forte della partnership con Carl Zeiss, il comparto fotografico del Nokia 8 vede la presenza nella parte posteriore di due fotocamere, entrambe con risoluzione da 13 MP e ottica stabilizzata con apertura diaframma f/2.0, di cui una con sensore a colori, mentre l’altra è monocromatica. Belle le foto ottenute anche in condizione di poca luce. La fotocamera frontale è a 13 MP con grandangolo, autofocus e rilevamento di fase. È possibile girare video fino alla risoluzione 4K a 30 fps.

Nokia 8, il top di gamma è tornato

Degna di menzione la modalità Dual-Sight che consente di scattare foto (ribattezzate Bothie) utilizzando contemporaneamente sia la camera posteriore che quella anteriore. Tale modalità può essere utilizzata anche per i video, e durante i live streaming su YouTube e Facebook. La tecnologia proprietaria OZO offre, invece, la possibilità di registrare l’audio a 360 gradi, avendo in riproduzione una sensazione davvero avvolgente.

Il sistema operativo è Android 8.1.0 Oreo con interfaccia utente stock, eccezion fatta per qualche personalizzazione di poco conto. Non ci sono app preinstallate eccetto quelle Google. La funzionalità Glance Display, in mancanza di un led di notifica, mostra, a schermo spento, una serie di informazioni, come orario, telefonate perse, numero di email e SMS non letti.

La batteria non removibile è da 3090 mAh, più che sufficienti per affrontare la giornata di utilizzo intenso e arrivare a sera senza problemi.

Disponibile in quattro colorazioni, blu temperato, blu lucido, acciaio e rame lucido, il Nokia, con un prezzo di listino al lancio di 599 euro, si può trovare attualmente on line intorno ai 380 euro, una quotazione davvero interessante per uno smartphone top di gamma.

Gennaro Annunziata