Le pulizie, poi il solarium: così rinasce la passeggiata porto-Scala a Torre del Greco

Le pulizie, poi il solarium: così rinasce la passeggiata porto-Scala a Torre del Greco

Torre del Greco. Un solarium attrezzato per l’elioterapia, docce con acqua di mare per combattere il caldo e servizi igienici per fronteggiare qualsiasi tipo di «emergenza». E poi una costante pulizia dell’intera area e un’accurata manutenzione dei cestini per i rifiuti e delle giostrine per i bambini. Il rilancio della passeggiata porto-Scala – il gioiello realizzato dalla precedente amministrazione comunale targata Ciro Borriello grazie ai fondi europei e praticamente distrutto da tre mareggiate in dieci mesi – passa attraverso gli investimenti dei privati. Pronti a puntare sul waterfront racchiuso tra via Calastro e il molo di ponente per restituire un angolo di paradiso a Torre del Greco.

Gli interventi di restyling

La missione recupero della passeggiata porto-Scala in vista dell’estate 2018 è stata affidata alla società Iniziative Vesuviane, a cui il Comune – attraverso il competente ufficio demanio marittimo – ha rilasciato la concessione per la realizzazione di una piattaforma-solarium destinata all’elioterapia. Un progetto a basso impatto ambientale – l’intera struttura sarà realizzata in legno, secondo il piano presentato dall’ingegnere Danilo Attilio, direttore dei lavori – e in grado di offrire agli amanti della tintarella una postazione privilegiata con vista mozzafiato sul golfo di Napoli. «Nelle nostre intenzioni – affermano i vertici di Iniziative Vesuviane – il solarium dovrà essere un punto di incontro e aggregazione, un primo passo verso il rilancio turistico-ricettivo della zona porto». Non a caso, contrariamente alle manifestazioni promosse in passato, la passerella sugli scogli non ospiterà serata danzanti bensì solo un punto ristoro per aperitivi e cocktail in compagnia.

Le grandi pulizie

Ma, accanto agli interventi per la realizzazione del solarium affacciato sul golfo di Napoli, sono già state avviate le grandi pulizie per provare a rimediare agli scempi provocati dalle mareggiate capaci di distruggere buona parte del watefront costato 1,2 milioni di euro. «Perché il nostro obiettivo non è legato solo allo sviluppo economico-imprenditoriale di un’area in cui recentemente già sono state avviate due importati attività legate al settore della gastronomia – sostengono i vertici di Iniziative Vesuviane – bensì al recupero di un patrimonio di Torre del Greco. Abbiamo già previsto la sistemazione delle doghe spazzate via dalla furia del mare e provveduto a una prima radicale pulizia dell’intero tratto di passeggiata. Poi provvederemo direttamente alla manutenzione ordinaria e allo svuotamento dei cestini dei rifiuti». Infine, in un angolo a ridosso del costone degli ex Molini Meridionali Marzoli saranno installati i servizi igienici «dimenticati» dal progettista del waterfront.

L’inaugurazione a maggio

L’obiettivo dei privati a cui è stata rilasciata la concessione demaniale è completare gli interventi di pulizia e restyling entro metà maggio e inaugurare il solarium porto-Scala entro fine maggio, in modo da regalare tre mesi da sogno agli amanti della tintarella all’ombra del Vesuvio.