Napoli: futuri sviluppatori di app. Apple seleziona 400 studenti

Napoli: futuri sviluppatori di app. Apple seleziona 400 studenti

La Apple Developer Academy di Napoli ha pubblicato il bando per la selezione dei nuovi studenti; saranno circa 400 i posti disponibili per giovani imprenditori e futuri sviluppatori di app. Il processo di selezione arriva contemporaneamente alla notizia che 42 studenti dell’attuale corso sono stati selezionati per partecipare alla WorldWide Developer Conference di giugno, momento in cui la comunità di sviluppatori si riunisce in California.

Il numero dei vincitori di quest’anno rappresenta il doppio rispetto all’anno scorso e include 34 studenti italiani e otto studenti stranieri, provenienti dalla Turchia, Romania, Polonia, Brasile, Regno Unito, Germania e Grecia.

La Developer Academy è aperta a studenti di tutta Italia e del mondo; l’attuale corso comprende studenti provenienti da 25 diverse nazioni, che vanno dal Venezuela e Perù, dall’India alla Nigeria. Gli studenti italiani arrivano da 16 diverse regioni del paese. Degli attuali studenti, oltre 50 sono donne, un numero quattro volte superiore rispetto all’anno precedente.

Gli studenti che arriveranno con la selezione del nuovo bando porteranno a circa 1000 il numero totale di studenti che saranno stati formati all’Academy entro l’estate 2019.

Agli studenti verrà chiesto di compilare una domanda online e i migliori candidati verranno invitati a sostenere un test e partecipare a un colloquio in una delle città in cui sarà possibile farlo: Napoli, Londra, Monaco o Parigi. La scadenza per la presentazione delle domande sarà l’8 giugno.

Gli studenti che vi parteciperanno apprenderanno competenze di sviluppo software, ma seguiranno anche corsi sulla creazione di startup e sul design delle app, con particolare attenzione agli studenti che collaborano alla creazione di app. L’A-cademy ha sede in uno spazio recentemente rinnovato, progettato appositamente da Apple in collaborazione con il dipartimento di Architettura dell’Università Federico II.

 


ULTIME NEWS