MorphCast, una svolta epocale nel web

MorphCast, una svolta epocale nel web

È in grado in automatico di riconoscere l’età, il sesso, l’etnia, il livello di attenzione ed un ampio range di emozioni di una persona che si trova davanti allo schermo

Si chiama MorphCast ed è una tecnologia innovativa che promette di rivoluzionare il marketing e la sicurezza dei dati personali nel web. È in grado in automatico di riconoscere l’età, il sesso, l’etnia, il livello di attenzione ed un ampio range di emozioni di una persona che si trova davanti allo schermo.

[yt4wp-video video_id=”bNtyDrKCNbY”]


“Quello della privacy è un tema caldissimo, soprattutto in questo periodo. Conosciamo tutti le ultime vicende di Facebook e siamo d’accordo sul fatto che la tecnologia dovrebbe sostenere la libertà e la segretezza dei dati degli utenti. Eppure, fino ad oggi, nessun sistema è stato progettato per considerare seriamente questa situazione e offrire un’alternativa valida. Ebbene, noi siamo in grado di farlo”. Queste le parole di Stefano Bargagni, fondatore di Cynny Spa, l’azienda fiorentina che ha sviluppato MorphCast, con uno staff d 26 ingegneri e 4 dottori di ricerca.

Quando ci colleghiamo ad un sito, la nostra posizione, i nostri gusti, le nostre azioni vengono memorizzate con lo scopo di profilarci e inserirci all’interno di un cluster di dati. Con MorphCast tutto questo si ribalta: “Se mi collego a un negozio online che sfrutta questa tecnologia – spiega Bargagni – vedrò subito prodotti maschili o femminili a seconda del mio sesso, e mi verranno proposti oggetti che mi piacciono perché sarà la mia espressione a indicare apprezzamento o indifferenza. La grande novità è che tutte queste informazioni restano nel mio computer, in un profilo privato che non è accessibile a nessuno”.  Questo consente alle aziende di fornire contenuti mirati ed all’utente di vedere solo contenuti graditi, eliminando qualunque problematica relativa alla privacy, visto che MorphCast interagisce con MySignature, il profilo privato dell’utente residente nel dispositivo che si appoggerà presto su blockchain.

La tecnologia di riconoscimento facciale alla base di MorphCast, utilizzando un modello di rete neurale applicato all’intelligenza artificiale, apre la strada a nuovi strumenti per la gestione dei contenuti online. È possibile, infatti, integrarla in un sistema di parental control realmente efficace che visualizzi solo contenuti adatti a chi è davanti alla TV. Oppure si possono creare video interattivi, il cui contenuto si adatta a chi li sta guardando in un processo continuo di apprendimento dei gusti di ogni singolo spettatore creando così esperienze diverse per milioni di persone. In un sistema di e-learning MorphCast è in grado di capire quando un concetto è stato compreso e così far proseguire la lezione oppure fornire un ulteriore approfondimento. Un esempio di come lavora questa tecnologia è disponibile al link bossbuster.net

In questo momento è attiva sulla piattaforma CrowdFundMe una campagna di equity crowdfunding per chi volesse investire su questa tecnologia che si candida ad essere la migliore soluzione nel mercato della pubblicità digitale per massimizzare il coinvolgimento degli utenti, risolvendo a priori il problema sempre più pressante della privacy e della gestione/conservazione dei dati.

Gennaro Annunziata


ULTIME NEWS