Il mercato dei fiori di Pompei trasloca a Torre. Assunzioni nell’ex Metalfer

Il mercato dei fiori di Pompei trasloca a Torre. Assunzioni nell’ex Metalfer

Il Mercato dei fiori di Pompei si prepara a traslocare. Lo ha annunciato, di fatto, ieri ai sindaco l’assessore alle attività produttive Amedeo Lepore, ma dopo che i Cinque Stelle avevano sollevato una polemica sull’acquisto di un capannone della Tess. Dalla zona di Ponte Persica, dove storicamente il Consorzio Produttori Florovivaisti della Campania, presieduto da Enzo Malafronte, si trasferirà a Torre Annunziata nell’area industriale della Metalfer. Un trasloco che, consentirà, si legge nella delibera “di ospitare le circa 400 aziende che oggi operano nell’attuale e fatiscente area mercatale di Pompei e di fronteggiare l’accresciuta competitività dei mercati di riferimento europei”. Un trasferimento, cui la Regione Campania dà una grossa mano, provvedendo ad acquistare con circa due milioni e mezzo di euro, i capannoni dell’ex Metalfer dal Commissario Liquidatore di Tess Costa del Vesuvio, una vecchia conoscenza della partecipazione societaria pubblico privata, chiusa qualche tempo fa con debiti e fallimenti.


ULTIME NEWS