Affari con i ristoranti dei clan, arrestati due medici

Affari con i ristoranti dei clan, arrestati due medici
L' interno dell' ospedale Lotti di Pontedera fotografato questa mattina 19 dicembre 2011 a Pontedera. In seguito allo sciopero vengono garantiti gli interventi urgenti.ANSA/STRINGER

Proteggevano gli interessi di camorristi in carcere o sotto processo, acquisendo i loro ristoranti di Napoli e facendo affari e investimenti con i fiduciari dei clan. A conclusione di indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli, personale del Centro Operativo Dia sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli nei confronti di due fratelli Luigi e Antonio D’Ari, entrambi medici, anestesista e chirurgo estetico, in servizio presso due cliniche private napoletane della zona Chiaia e Vomero. Arrestati anche Domenico Mollica (cognato dell’ex capo clan Carlo Lo Russo, oggi collaboratore di giustizia), titolare di una agenzia d’affari sita al centro direzionale di Napoli, Adriana Lo Russo, coniuge del Mollica e sorella di Carlo, nonché altri due soggetti ritenuti intranei al clan Lo Russo. I citati fratelli D’Ari sono gravemente indiziati del reimpiego, nelle citate attività di ristorazione, di cospicue somme di denaro proveniente da attività illecite del clan Lo Russo, unitamente a Domenico Mollica ed al noto Mariano Torre, già membro del gruppo di fuoco del clan e oggi collaboratore di giustizia.


ULTIME NEWS