Alla Reggia di Quisisana un convegno sul rischio idrogeologico

Alla Reggia di Quisisana un convegno sul rischio idrogeologico

Organizzato dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, l'evento sarà moderato dal Direttore di Metropolis, Raffaele Schettino

A vent’anni dall’alluvione che devastò Sarno e causò oltre 150 vittime e danni immani, l’Ordine degli ingegneri di Napoli – presieduto da Edoardo Cosenza – propone un confronto sul tema “La gestione del rischio idrogeologico: criticità e prospettive”. Se ne discute domani, venerdì 18 maggio, dalle ore 15, alla Reggia di Quisisana a Castellammare di Stabia.

L’appuntamento conclude il ciclo di tre incontri sul territorio che ha come filo conduttore “Convivere con i rischi naturali”, in cui docenti e tecnici si confrontano anche con gli amministratori locali anzitutto per fare il punto sulle attuali normative in tema di rischi e sulle scelte operative più efficaci per fronteggiarli, alla luce delle più evolute tecnologie.

Alla Reggia di Quisisana un convegno sul rischio idrogeologicoTra i relatori, evidenzia il Presidente Cosenza (nella foto), “anche il campano Italo Giulivo che era il mio Direttore Generale di riferimento quando ero Assessore della Regione Campania e adesso è il riferimento nazionale al Dipartimento di Protezione Civile a Roma. Riprenderemo (anche io, che lo lanciai da Assessore tre anni fa) l’importante tema dei Presìdi Territoriali: va assolutamente rilanciato – aggiunge il Presidente degli ingegneri napoletani – poiché è cruciale per la sicurezza del territorio e soprattutto dei cittadini“.

Il convegno di Castellammare è organizzato in partnership con: Ordine dei Geologi della Campania, Associazione ingegneri di Torre Annunziata, Associazione Vitruvio, Associazione Ingegneri del Comprensorio Stabiese.

Introduce il tema Gennaro Annunziata, Consigliere dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli.

Seguono i saluti istituzionali di:
Raffaele Mongelli ‐ Vice Presidente Associazione Ingegneri Comprensorio Stabiese
Alfonso Longobardi ‐ Consigliere Regionale della Campania

La sessione tecnica è moderata da Raffaele Schettino ‐ Direttore del quotidiano Metropolis.

Sono previste le seguenti relazioni:

“Previsione e prevenzione dei rischio idrogeologico in Italia”
Italo Giulivo ‐ Direttore Attività tecnico‐scientifiche per la previsione e la prevenzione dei rischi del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale

“Vivere vicino al meraviglioso Vesuvio: il rischio idrogeologico e la prevenzione possibile”
Edoardo Cosenza ‐ Presidente Ordine Ingegneri della Provincia di Napoli

“Dall’esperienza di Sarno ai presidi territoriali”
Francesco Russo ‐ Past Presidente Ordine dei Geologi della Campania

“Mitigazione del rischio idrogeologico in aree complesse: i fossi di Ariano Irpino”
Egidio Grasso ‐ Presidente Ordine dei Geologi della Campania

“Interventi di sistemazione idraulica dei corsi d’acqua finalizzati alla mitigazione del rischio da alluvione”
Domenico Pianese ‐ Ordinario di Idrologia, Costruzioni Idrauliche e Marittime UniNA

“Ricadute sulle attività produttive conseguenti al dissesto idrogeologico”
Angelo Esposito ‐ Presidente Associazione Ingegneri Comprensorio Stabiese

Impatto del dissesto idrogeologico sul centro storico di Castellammare di Stabia
Massimo Santaniello – Presidente AssoAIG Castellammare di Stabia.


ULTIME NEWS