Napoli: un extracomunitario ‘consigliere aggiunto’ in Comune 

Napoli  – Un cittadino extracomunitario, eletto dagli stranieri residenti in citta’, potra’ partecipare alle sedute del Consiglio comunale di Napoli, senza diritto di voto ma con diritto di parola sui temi all’ordine del giorno. Domani, 22 maggio alle ore 15,00 presso la Sala della Loggia di Castel Nuovo (Maschio Angioino), saranno illustrate le modalita’ di presentazione delle candidature, la tempistica e le sedi di svolgimento delle elezioni, in programma il 15 luglio. Stamane il sindaco Luigi de Magistris, con proprio decreto, ha indetto l’elezione di un extracomunitario come ‘consigliere aggiunto’ per la partecipazione alle sedute, ai sensi dell’art. 36 dello statuto comunale. Nei giorni scorsi e’ stata predisposta la lista elettorale aggiunta dei cittadini stranieri, extracomunitari e apolidi iscritti nell’anagrafe della popolazione residente del Comune di Napoli con regolare presenza sul territorio. Saranno chiamati alle urne circa 25.000 elettori, ognuno presso la propria municipalita’ di residenza. “Ci auguriamo che la campagna elettorale sia ricca di contenuti e proposte da parte dei candidati. Mentre il nostro paese – dice l’assessore alla Trasparenza Alessandra Sardu – e’ attraversato da pericolosi venti di razzismo, di odio e di xenofobia, a Napoli proviamo a costruire una societa’ diversa: quella del rispetto per gli altri, della convivenza pacifica e dell’inclusione. E crediamo che questo si possa realizzare dando voce alle comunita’ extracomunitarie all’interno del Consiglio comunale, che e’ il luogo in cui sono rappresentate tutte le forze politiche della citta’. Napoli si riconferma citta’ dell’accoglienza, in cui si costruiscono ponti e non muri”.


ULTIME NEWS