Torre Annunziata. Evade dai domiciliari per una passeggiata con la nipotina, rampollo del clan in manette

Torre Annunziata. Evade dai domiciliari per una passeggiata con la nipotina, rampollo del clan in manette

Mano nella mano con la sua nipotina. Sfrontato di fronte alla divisa che a pochi passi lo invitava a fermarsi e tornare in casa. Lui, però, a quell’invito ha risposto con l’ennesimo comportamento sfacciato. Ha continuato la sua passeggiata, indifferente che lo Stato stava per arrestare perché aveva violato le regole. Non aveva rispettato il provvedimento degli arresti domiciliari. Doveva restare in casa, il giudice gli aveva concesso la pena alternativa, ma lui ha cancellato anche quella opportunità. Perché alle regole non ci sta. E così Alessandro Della Grotta finisce ancora una volta nei guai.

+++ L’articolo completo su Metropolis in edicola o sulla versione digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/


ULTIME NEWS