Napoli Pizza Village, da domani il mondiale dei pizzaioli

 Napoli Pizza Village, da domani il mondiale dei pizzaioli

Napoli – Primo bilancio positivo per il weekend di apertura del Napoli Pizza Village, che ha registrato anche le visite istituzionali del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, con numerose presenze di stranieri, che hanno affollato le pizzerie gia’ dalle 18, orario di apertura. “Il bel tempo ci ha sicuramente favorito consentendo l’arrivo di molti turisti che dalle isole e dalla Costiera sono venuti a visitare la manifestazione – afferma uno degli organizzatori, Claudio Sebillo -, ma l’acquisto di biglietti online registrati per i prossimi giorni indica che il flusso di visitatori da fuori regione e’ oramai confermato. Ad ottobre esporteremo il format a New York, in occasione del Columbus Day e poi magari faremo anche un’edizione a Milano in autunno”. Chiuso il primo eek-end, domani al Napoli Pizza Village parte, per tre giorni, la 17ma edizione del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo: a sfidarsi oltre 600 pizzaioli, provenienti da 40 Paesi, che si metteranno alla prova nelle 9 categorie di gara, inclusa quella riservata alla pizza fritta, alla pizza acrobatica e di velocita’. Ma domani pomeriggio, in area ospitalita’ alla Rotonda Diaz (ore 18), si svolgera’ il convegno dal titolo “Pizza e Mandolino: da stereotipo ad archetipo del buon vivere” promosso da #pizzaUnesco. Si parlera’ anche dei napoletani che hanno prtato la pizza nel mondo nel convegno con Gino Sorbillo e Roberto Caporuscio, sul tema “Da emigrati ad imprenditori”, moderato dalla foodblogger Ambra Orazi. Entrambi i maestri pizzaioli sono napoletani, il primo ha fatto fortuna aprendo 8 pizzerie tra Napoli, Milano e NY, mentre il secondo ha fondato Keste’ Pizza e Vino, nella mitica Bleecker Street nel Village, che il New York magazine ha premiato come la migliore pizza di New York. Da due anni, con il suo socio e maestro Antonio Starita, ha inaugurato Don Antonio da Starita, a New York e Atlanta. Stasera grande attesa per Noemi “sono una scugnizza – ha detto – nel senso che sono libera come uno ragazzino napoletano che gira per Napoli e segue il suo cuore”, ha raccontato, dicendosi pronta a rompere la dieta “per assaggiare – ha ammesso – una buonissima pizza napoletana”. E anche Noemi ha sottolineato la sua ammirazione per Pino Daniele “che e’ musica e poesia, mi capita spesso di ascoltare Napul’e’, e soffermarmi sui suoi versi”. Domani sera si esibiranno gli special guest: Bianca Atzei ed i Dear Jack e sul palco saliranno anche il cantante partenopeo Andrea Sannino, il cabarettista Peppe Iodice, il cantautore napoletano Luigi Libra con l’ultimo lavoro “Terra Viva” e Angelo Iannelli, interprete ufficiale della maschera di Pulcinella, che parlera’ di legalita’ nel suo nuovo libro “Professor Pulcinella”.


ULTIME NEWS