Si tuffano nel lago per recuperare il pallone, due ragazzi muoiono

Si tuffano nel lago per recuperare il pallone, due ragazzi muoiono

Si sono tuffati in acqua per recuperare un pallone ma non si sono accorti della profondita’ del lago, che li ha risucchiati. Il pomeriggio di relax si e’ cosi’ trasformato in tragedia per due giovani richiedenti asilo, annegati nelle acque del lago Pistono di Montalto Dora, vicino a Ivrea. L’allarme e’ scattato intorno alle 15, quando alcuni villeggianti hanno visto i due ragazzi annaspare poco distante la riva. Un attimo dopo sono scomparsi per poi riaffiorare dall’acqua, morti, un’ora piu’ tardi. Le vittime erano originarie di Ghana e Costa d’Avorio. Il primo, 25 anni, George Lartey, era ospite di una struttura per richiedenti asilo di Montalto Dora. Il secondo, 32 anni, Yaya Coulibaly, viveva invece a Ivrea. Entrambi facevano parte di un gruppo di migranti gestito da due cooperative sociali del Canavese. Recuperati dal nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco, i corpi dei due migranti sono stati portati a riva e affidati al medico legale. Le ricerche sono durate circa un’ora: i pompieri, con il gommone, hanno scandagliato l’acqua scura del lago prima di individuare il punto esatto in cui i due ragazzi sono annegati. Dopo il recupero, i corpi sono stati trasportati all’ospedale di Ivrea a disposizione della procura. I due avevano appena finito il pranzo, insieme ad altri migranti, quando hanno iniziato a giocare a pallone sulle rive del lago. In quella parte del Pistono, secondo alcune testimonianze, il fondo e’ sconnesso e presenta dei pericolosi avvallamenti. Una volta in acqua, i due ragazzi non hanno avuto scampo e sono stati trascinati verso il fondo. Hanno tentato di nuotare, ma non c’e’ stato niente da fare. Non e’ escluso che siano stati colpiti da una congestione. Su questo dovranno fare luce le indagini dei carabinieri della compagnia di Ivrea. I responsabili delle due cooperative sono stati ascoltati dai militari. Non e’ inusuale che i richiedenti asilo, specie quelli che da piu’ tempo sono in Italia, si muovano sul territorio, quando possibile, senza l’accompagnamento dei mediatori culturali. E il lago di Montalto e’ spesso meta prediletta per molti migranti ospiti delle strutture del Canavese. Un episodio simile si era gia’ verificato nel maggio 2016 nel vicino lago Sirio, a Ivrea: in quell’occasione mori’ annegato un 24enne della Costa d’Avorio, Lesine Sanune, anche lui ospite di una cooperativa sociale.


ULTIME NEWS