Castellammare: il racconto della dodicenne stuprata dai baby-orchi. «Piangevo e gridavo, loro ridevano di me»

Castellammare: il racconto della dodicenne stuprata dai baby-orchi. «Piangevo e gridavo, loro ridevano di me»

Castellammare. Su quel letto bianco con un solo materasso e senza lenzuola, c’è una bambina che grida. «Aiuto », ripete nell’eco assordante delle terme abbandonate di Castellammare. «Vi prego fermatevi», urla con quanta voce ha in corpo. Urla forte, come farebbe una ragazzina di appena 12 anni. Ma negli occhi di quei 3 “mostri” senza barba e con il volto da bambini, non c’è spazio per la pietà.

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale

http://metropolis.ita.newsmemory.com/ 


ULTIME NEWS