Musei: Borsa Italiana sceglie Capodimonte per ‘Rivelazioni’

Musei: Borsa Italiana sceglie Capodimonte per ‘Rivelazioni’

Napoli – Borsa Italiana sceglie Napoli e il Museo e Real Bosco di Capodimonte per la terza edizione di ‘Rivelazioni – Finance for Fine Arts’, il progetto dedicato alla promozione della raccolta di risorse destinate ai restauri presso gli imprenditori. Cinque i capolavori gia’ adottati attraverso la piattaforma dell’Art Bonus : ‘Il Ritratto di Pier Luigi Farnese’ di Tiziano Vecellio (aziende Gradel, Pasel e Tecno), ‘l’Adorazione dei Pastori’ di Giovan Battista Salvi detto il Sassoferrato (D&D Ita), la ‘Nativita” di Luca Signorelli (Protom), ‘La Cantatrice’ di Bernardo Cavallino (Cartesar) e ‘Adorazione del Bambino’ di Michelangelo Anselmi (EPM). Sono in cerca di mecenati, invece, ‘Il Paesaggio con la Ninfa Egeria’ di Claude Lorrain, ‘Ritratto dell’infante Francesco di Borbone’ di Elisabeth Vige’e Le Brun e ‘l’Annunciazione e i santi Giovanni Battista e Andrea’ di Filippino Lippi. Hanno partecipato alla presentazione del progetto ( i restauri partiranno in autunno, le opere sono state scelte dalle imprese) l’amministratore delegato Raffaele Jerusalmi, Valentina Sidoti responsabile di ‘Rivelazioni’, il direttore del Museo Sylvain Bellenger e l’imprenditore Giovanni Lombardi, Advisor per il fundraising e le relazioni con le imprese di Capodimonte (l’odierno CdA del museo ha infatti istituito l’advisory board di Capodimonte presieduto da Lombardi). Presenti anche le sette imprese coinvolte, tutte aziende campane di ELITE, il programma internazionale di Borsa Italiana. Le opere dopo il restauro saranno esposte presso BIG – Borsa Italiana Gallery a Palazzo Mezzanotte, la storica sede di Milano. “La giornata di oggi con la Borsa Italiana apre, spero, una nuova era per Capodimonte. Sono stato sempre convinto, infatti, che il futuro delle nostre grandi istituzioni museali non possa rimanere solo a carico dello Stato ma vada condiviso con tutti i cittadini, le imprese e il genio imprenditoriale italiano” ha affermato Bellenger. “Borsa Italiana e’ da sempre impegnata nella valorizzazione dell’eccellenza italiana e vede nel sostegno al nostro patrimonio artistico uno strumento essenziale per lo sviluppo economico e per il rilancio del Paese” ha detto Jerusalmi. Sidoti, Responsabile del progetto Finance for Finance Arts ha sottolineato: “Le aziende del Made in Italy sono un mix unico di creativita’ e competenze molto legato alla nostra tradizione culturale e artistica. Abbiamo creato una piattaforma che mette in relazione partner con culture diverse, dai musei, alle aziende alle istituzioni con l’obiettivo di promuovere e facilitare il percorso verso il sostegno finanziario dei restauri di opere pubbliche”. Per Giovanni Lombardi ”Rivelazioni semplifica la relazione tra azienda e museo, aggiungendo valore ad entrambi i soggetti, dimostrando di essere una piattaforma ottimale per le attivita’ di mecenatismo delle Pmi”.


ULTIME NEWS