Elena Pontoriero

Sant’Antonio Abate. Sciacalli sulle tombe dei bimbi, i ladri sono già liberi

Sant’Antonio Abate. Sciacalli sulle tombe dei bimbi, i ladri sono già liberi

Elena Pontoriero

I ladri di rame sono liberi. Divieto di dimora in Campania per due dei tre sciacalli del cimitero, mentre al terzo è stato disposto l’obbligo di firma. Perché i tre uomini, di origine rumena, partivano da una posizione avvantaggiata: tutti e tre incensurati. Una lieve punizione per un grande danno, economico e morale, volutamente inferto ai cittadini abatesi. Calpestando anche la dignità dei morti, i ladri di rame hanno “scippato” i portafiori dalle tombe, distruggendo parte delle lapidi in marmo. Senza pietà neanche per i bambini.

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/


ULTIME NEWS