Storie di successo: gli occhiali dei vip creati dalle mani di artigiani stabiesi

Storie di successo: gli occhiali dei vip creati dalle mani di artigiani stabiesi

Castellammare di Stabia – Gli occhiali dei vip nascono in un piccolo laboratorio di Castellammare. Modelli che prendono forma tra le mani di ragazzi che hanno deciso di sposare il progetto di Vincenzo Cascone, ideatore e titolare del brand AOX, e finiscono sui volti dei personaggi più noti del mondo dello spettacolo, del calcio, della musica. Un’eccellenza stabiese perché Cascone è il titolare di una start up che ha brevettato gli occhiali in acetato, un prodotto innovativo e artigianale che secondo gli esperti del settore «è destinato a stravolgere il mercato».

Il titolare

Vincenzo Cascone è un ex portiere di calcio. Cresciuto nelle giovanili della Roma, ha giocato in diverse squadre di Serie B e C. L’ultima esperienza in Italia l’ha vissuta al Potenza, con Ezio Capuano in panchina nel 2006. Quell’anno, assieme al suo agente, decide di trasferirsi in Lussemburgo e durante un preliminare di Champions League viene notato dal Leeds che decide di portarlo in Inghilterra. L’esperienza Oltremanica lo porta pian piano a vestire la maglia dell’Aylesbury United. Qui cambia la sua vita perché il presidente è Zack Moscot, proprietario di un’azienda che rappresenta il top nella produzione di occhiali, che può contare su testimonial del calibro di Johnny Depp. «Moscot ci chiedeva di raggiungerlo in fabbrica, quando dovevamo parlare con lui – racconta Vincenzo Cascone – Io andavo lì e ci restavo per ore. Mi affascinava vedere quelle persone al lavoro mentre realizzavano gli occhiali ». Una passione che è frutto di un ricordo amaro: «Da bambino sono stato vittima di bullismo – spiega – Quando giocavo nell’oratorio della parrocchia, tutti mi prendevano in giro perché portavo gli occhiali, ero costretto a giocare in porta e spesso me li rompevano». Nella fabbrica di Moscot «è scattata la scintilla – dice – Mi sono detto: “devo realizzare occhiali quasi impossibili da rompere”». Cascone s’è messo alla ricerca di un materiale che potesse permettergli di riuscire in quell’obiettivo: «Ho cominciato a studiare dal 2010 e alla fine ho brevettato gli occhiali in acetato – racconta – Si tratta di un materiale che viene prodotto soltanto in Germania e Taiwan. Quello tedesco lo importiamo per realizzare i nostri prodotti artigianali qui in Italia, mentre abbiamo rilevato una fabbrica a Taipei che ci permette di soddisfare i nostri clienti in altri continenti». Oggi AOX – acronimo di “Artigiani Ottici Per le persone” – conta 36 dipendenti a Taipei e 17 a Castellammare: «Abbiamo un piccolo laboratorio in Viale Europa che ha cominciato la produzione nel 2017 e ho voluto fortemente aprire il nostro primo punto vendita nella mia città (in via Catello Fusco) – spiega Cascone – Ho investito in questo progetto molto più di quello che ho guadagnato nella mia vita finora e faccio ben tre lavori per portarlo avanti. Tutti i nostri occhiali sono firmati e realizzati in edizione limitata, se ne trovano massimo 5 dello stesso modello in tutto il mondo».

La svolta

Da febbraio a oggi, però, il marchio AOX ha avuto un’impennata. Tutto parte da un incontro il albergo, a Milano, con Orietta Berti. «E’ la nostra mamma», sorride Cascone. L’ex portiere oggi imprenditore, tra i vari lavori, collabora anche con il Milan come osservatore e in un hotel incontra la cantante che rimane attratta dagli occhiali di Cascone. «Mi disse “sono fantastici, li voglio anche io” – racconta il titolare di AOX – Glieli preparai e dopo qualche settimana accadde ciò che non avrei mai pensato. Orietta Berti in diretta a “Che Tempo Che fa” su Rai 1 comincia a maneggiarli e per qualche minuto si scatena un dibattito su quegli occhiali». Il risultato è devastante. A Cascone cominciano ad arrivare ordinativi da Luciana Littizzetto, Fabio Fazio e vari personaggi dello spettacolo. La moda si diffonde e l’amicizia con Gigio Donnarumma la fa esplodere anche nel calcio, contagiando anche i calciatori del Napoli Dries Mertens e Marek Hamsik. Tramite il procuratore Mino Raiola gli occhiali vengono richiesti anche da Luka Modric, centrocampista del Real Madrid, e poi da Cristiano Ronaldo. «Qualche giorno fa è passato da noi Mattia Caldara, difensore della Juventus», dice soddisfatto Cascone. Mentre nel mondo della musica la lancia Alessandra Amoroso che coinvolge Emma Marrone e arriva fino a Irama, vincitore dell’ultima edizione di “Amici”. Toccando addirittura la politica con Beppe Grillo. «E’ nato tutto con un semplice passaparola, che ci sta dando tanto entusiasmo» – dice felice Vincenzo Cascone mentre guarda i suoi dipendenti «con me lavorano ragazzi laureati, che magari pensavano di fare tutt’altro nella vita, ma che adesso rappresentano la nostra forza perché hanno sposato questo progetto e sono i primi a divertirsi nel creare i modelli».


ULTIME NEWS