Mario Memoli

Aliberti, l’arresto bis e il giallo del telefonino. I sospetti nelle lettere al fratello

Aliberti, l’arresto bis e il giallo del telefonino. I sospetti nelle lettere al fratello

Mario Memoli

Pasquale Aliberti era appena arrivato a Roccaraso e avrebbe voluto subito mettersi in contatto con amici e familiari. Era il 18 febbraio. Due giorni dopo, aiutato da Carlo Vitiello, riesce a far recapitare una lettera al fratello Nello

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o sulla versione digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/