Elena Pontoriero

Gragnano. Pasquale esce dal coma, il Rosario stretto tra le mani

Gragnano. Pasquale esce dal coma, il Rosario stretto tra le mani

Elena Pontoriero

Undici giorni di speranze e preghiere per i genitori di Pasquale Carlino, per i parenti e per gli amici. Undici giorni di coma indotto che lo ha tenuto in bilico tra la vita e la morte. Tutto passato per il 17enne di Gragnano, giovane promessa dell’Inter, che ha superato la fase critica ed è uscito dal reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale Niguarda di Milano, dove è ricoverato. Ma la strada è adesso in discesa e, dopo i miglioramenti ottenuti, Pasquale Carlino è pronto per iniziare anche la riabilitazione. Un miracolo. E tale è stato definito dai tanti che si sono uniti nella preghiera alla Vergine del Carmelo, nei giorni dedicati alla festa patronale di Gragnano. Poche speranze e tanta disperazione nei giorni successivi al drammatico incidente che ha coinvolto Pasquale Carlino, la notte tra il 13 e il 14 luglio scorso, quando insieme all’amico Giuseppe Longobardi avevano deciso di trascorrere una serata a Santa Maria la Carità. Lo sbandamento della moto, lo scontro, il tonfo e le sirene dei soccorsi. Una corsa finita in via Polveriera, ma che non ha fermato la voglia di vivere di Pasquale Carlino che dal suo letto ha lottato e ha vinto.


ULTIME NEWS