Morti nel torrente: la Campania piange le sue tre vittime 

Morti nel torrente: la Campania piange le sue tre vittime 

Tragedia del Pollino – Una foto postata su Facebook lo scorso 15 agosto li immortala tutti e tre, sorridenti, a Belvedere Marittimo (Cosenza). Era stato il loro modo per dare gli auguri di buon Ferragosto agli amici. Oggi quello scatto è il simbolo della tragedia. Una tragedia che ancora una volta segna a lutto la Campania. Maria Immacolata Marrazzo, Carmen Tammaro e Antonio Santopaolo sono le vittime campane dell’esondazione del torrente Raganello in Calabria. Storie professionali diverse, un’amicizia forte che li ha visti insieme anche nella sciagura.

Morti nel torrente: la Campania piange le sue tre vittime A salvarsi il marito di Imma, come tutti la chiamavano a Torre del Greco, Giovanni Sarnataro, i due figli della coppia e quelli dei coniugi Santopaolo, che invece risiedono a Qualiano. Sarnataro come la moglie fa l’avvocato e dalla loro unione sono nati i due figli di 11 e 9 anni. Anche i ragazzi erano con la coppia nell’escursione al Pollino: ora sono ricoverati in codice giallo. Nelle gole del Raganello c’erano anche le figlie di Carmen Tammaro e Antonio Santopaolo, lei docente nell’istituto superiore Marconi, lui impiegato nella catena commerciale Decathlon. Avevano due figle: una è stata coinvolta nell’alluvione ed è ricoverata, l’altra è invece rimasto miracolosamente illesa. Sconvolte le due comunità cittadine dove risiedevano le vittime. Il sindaco di Qualiano, Raffaele De Leonardis, ha espresso a nome suo e di tutta l’amministrazione qualianese “il più profondo cordoglio per le vittime e la vicinanza alle loro famiglie, con cui ci siamo già messi in contatto per assicurare tutto il supporto morale e materiale di cui ci sarà bisogno”. Il primo cittadino ha anche aggiunto che al rientro delle salme “verrà indetto un giorno di lutto cittadino”. Torre del Greco è una comunità ancora scossa dal terribile tributo pagato nella tragedia di Genova nella quale sono deceduti quattro giovani amici. Sulla vicenda che ha visto perdere la vita Maria Immacolata Marrazzo, interviene il sindaco, Giovanni Palomba: ”Siamo vicini alla famiglia – sottolinea – e in contatto con le autorità locali e con i familiari della sfortunata donna e apprezzata professionista. Abbiamo offerto la nostra disponibilità per ogni tipo di aiuto in questi terribili momenti”.


ULTIME NEWS