Pollino, coinvolta una famiglia di Torre del Greco: morta la madre, marito e figli in ospedale

Pollino, coinvolta una famiglia di Torre del Greco: morta la madre, marito e figli in ospedale

Una donna di Torre del Greco, l’avvocato Maria Immacolata Marrazzo, risulta deceduta, dopo che un primo momento era stata data per dispersa, nella tragedia del Pollino che ha coinvolto due gruppi di escursionisti. A confermare la notizia il sindaco, Giovanni Palomba, con un post su Facebook. In ospedale, invece, vi sarebbero il marito, Giovanni Sarnataro, anch’egli avvocato, e i due figli della donna ricoverati in codice giallo. Dieci le morti accertate, 11 i feriti e 3 i dispersi. E’ questo, al momento, il bilancio delle vittime degli escursionisti travolti dal torrente Raganello a Civita di Castrovillari, in Calabria. A confermarlo il presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra. Secondo le prime ricostruzioni, infatti, nelle gole del Raganello si sarebbero trovati due gruppi investiti dalla piena. Secondo una guida esperta “si sono trovati purtroppo nel posto sbagliato al momento sbagliato. Lì ci sono corte, e cioè vie attrezzate, e marmitte, vasche di accumulo dell’acqua, e questo ha creato i maggiori problemi”. E’ la testimonianza di Emanuele Pisarra, guida ufficiale del Parco nazionale del Pollino, tra i primi soccorritori giunti sul luogo del disastro. “Quella – ha aggiunto – è la parte più difficile e impegnativa del percorso, ma anche la più bella. C’è da dire però che con la pioggia e con l’ingrossamento improvviso del torrente, tutto questo rischia di trasformarsi in qualcosa di letale. Non voglio nemmeno pensare se una situazione del genere si fosse verificata a Ferragosto, quando sul Raganello c’erano circa 650 persone o un sabato. Temo che, in quel caso, ci sarebbe stata un’ecatombe. Adesso qualcuno dovrà pure rispondere di quanto è accaduto”.Omicidio colposo, lesioni colpose, inondazione e omissione d’atti d’ufficio. Sono questi i reati ipotizzati dalla Procura di Castrovillari per la tragedia delle Gole del Raganello. Il procuratore Eugenio Facciolla, che da ieri segue le operazioni di soccorso, ha sottolineato che in questo momento “il primo pensiero è quello di salvare piu’ gente possibile e identificare tutte le vittime”. Sul posto è giunto anche il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.


ULTIME NEWS