Diamante, ragazzo in lacrime «Non ho ucciso io Ciccio»

Diamante, ragazzo in lacrime «Non ho ucciso io Ciccio»

«Non sono stato io ad accoltellare Francesco Augieri, ero ferito e stavo a terra: ho visto solo un fuggi fuggi generale ed ho capito che era successo qualcosa di grave». Si difende così davanti al Gip di Paola, De Chiara, il 19enne napoletano Francesco Schiattarella, costituitosi domenica sera dopo un decreto di fermo emesso dalla procura calabrese per l’omicidio avvenuto la notte del 22 a Diamante. Dove Schiattarelli era in vacanza con la famiglia.


ULTIME NEWS