San Gennaro Vesuviano. L’ultimo viaggio di Raffaele, morto mentre stava andando in Calabria

San Gennaro Vesuviano. L’ultimo viaggio di Raffaele, morto mentre stava andando in Calabria

Diciannove anni. Troppo pochi per salutare gli amici e i familiari prima del tempo.Il triste destino legato a una curva maledetta e a una sterzata che stavolta non ti salva la vita. Raffaele Annunziata – 19 anni di San Gennaro Vesuviano – era seduto in quella Ford Focus, oggi ridotta a un cumulo di lamiere, che è finita contro un tir in corsa sulla Strada Statale 585 Fondovalle del Noce tra Castrocucco di Maratea e il Bivio di Parrutta, nel Comune di Trecchina (provincia di Potenza). L’impatto frontale è stato inevitabile, il camion che viaggiava nella direzione opposta non riesce a evitare l’auto dei due operai napoletani diretti in Calabria e per Raffaele Annunziata di San Gennaro non c’è stato nulla da fare. Affianco a lui era seduto Giuseppe Ambrosini – 40enne originario di Domicella (piccolo paesinodell’avellinese, a confine con Palma Campania). Ambrosini muore sul colpo, mentre il 19enne di San Gennaro Vesuviano, arrivato in condizioni disperate all’ospedale di Lagonegro, spirerà non appena varcate le porte del pronto soccorso.


ULTIME NEWS