Sorrento promuove “Teatro in pillole”, l’evento a Villa Fiorentino

Sorrento promuove “Teatro in pillole”, l’evento a Villa Fiorentino

Grandissimo successo e pubblico d’eccezione per la serata dedicata al Teatro in tutte le sue declinazioni, organizzata con passione e doviziosa cura di particolari da Carlo Alfaro e Stefania Russo: “Teatro in pillole”, il format che riscuote enorme successo a Napoli da 4 anni e per la prima volta è stato proposto al pubblico della Penisola sorrentina il 5 settembre nell’ambito della Summertime 2018, il cartellone di eventi curato dalla Fondazione Sorrento, presieduta da Gianluigi Aponte e guidata dall’amministratore delegato Gaetano Milano, con la collaborazione del Comune di Sorrento con il sindaco Giuseppe Cuomo, nello scenario incantato del parco di Villa Fiorentino, sede della Fondazione. Molto soddisfatto l’avvocato Milano, che ha messo a segno un altro tassello di arte e qualità nell’ottica della mission della Fondazione di promuovere iniziative culturali che aprano la Villa a cittadini e turisti per valorizzare il patrimonio ambientale e storico-artistico locale. Spiega Stefania Russo, frastornata da tante dimostrazioni di stima e affetto ricevute a Sorrento, tra cui il sontuoso fascio di fiori omaggiatole da Floralia di Raffaele Russo: “Teatro in Pillole consiste in piccoli atti teatrali, pillole di talento e recitazione, della durata massimo di dieci minuti ciascuno, in gara tra loro che il pubblico è invitato a votare”. In palio per l’artista vincitore e per un fortunato sorteggiato tra il pubblico (la signora Lina D’Avanzo di Mda Set Comuncations/Mda Set Dirette Web di Lina e Michele De Angelis che ha curato l’evento, felicemente sorpresa perché “non avevamo mai vinto alcunchè ai sorteggi”) un percorso termale per due da SPA ULYSSE, l’elegante DAY SPA nel cuore di Sorrento, con le sue Terme belle e suggestive, il Centro Massaggi specializzato e il modernissimo Centro Estetico. Commenta Veronica Bartolino, direttrice della SPA: “Quando il dottor Alfaro ci ha proposto di partecipare, abbiamo subito accettato con entusiasmo, avvertendo che questo spettacolo di arte, cultura e bellezza ben si coniugava allo spirito del nostro lavoro”. L’ambito trofeo “Teatro in pillole- Speciale Summertime Sorrento 5 settembre 2018” è andato al Trio “ASL”, Ambrogio Coppola- Sisa Iaccarino- Lucia Di Maio, attori di punta del Laboratorio Teatrale Unitre Penisola Sorrentina sezione di Piano di Sorrento, diretto dal regista Franco Cristallo, e del Laboratorio San Giuseppe di Sant’Agnello, diretto dal regista Franco De Angelis. Il loro esilarante numero, ispirato alla commedia classica napoletana, è stato scritto da Ambrogio che è anche autore (al suo attivo 5 commedie e numerosi sketchs): “L’Equivoco” ha convinto tutti per garbo, interpretazione e comicità. Premio della critica allo straordinario Paolo Di Somma, al secolo Prestigiatore Sannel, che si occupa di magia dall’età di 7 anni, una passione nata per gioco che è diventata una carriera da professionista. Prestigiatore, intrattenitore, performer, è un artista che utilizza la magia come forma completa di spettacolo, come ha dimostrato in Villa Fiorentino. Tutti molto bravi e applauditi anche gli altri professionisti in gara. Benito Gaudino Raimo, attore di teatro, cinema e tv di grande talento ed espressività, presidente dell’associazione nazionale “Attori per la vita”, dedita ad attività di solidarietà, ideatore e promotore di varie campagne sociali, contro femminicidio, bullismo, omofobia, discriminazione dei disabili, attraverso spot da lui ideati, diretti e interpretati, ambasciatore di vari interventi di solidarietà in Africa, ha emozionato tutti interpretando un monologo tratto dal film “The big Hakhuna”. Commozione e risate sono venute assieme quando sulla scena è sembrato riapparire il mitico Massimo Troisi grazie a Giuseppe Gifuni, attore, drammaturgo, regista, la cui vita cambiò improvvisamente, con una casualità che si chiama destino, il giorno in cui, giovane carabiniere in servizio a Roma, incontrò il mitico Massimo Troisi, di cui era grandissimo fan, iniziando una straordinaria amicizia. Un incontro dai contorni magici, che Gifuni non esita a definire predestinato, avvenuto la sera del 31 dicembre del 1988. Dalla morte dell’amico, Giuseppe ha fondato l’Associazione Culturale “Angeli”, dedicata a lui, con un laboratorio teatrale nato per trasmettere ai bambini l’eredità artistica e di vita di Massimo. Gifuni per Teatro in Pillole ha indossato la maschera di Pulcinella, interpretando un percorso narrativo scritto di suo pugno sulla nascita delle gags di Massimo Troisi, dai tempi de La Smorfia ai film. Giuseppe Cerasuolo, habituè di Teatro in Pillole, giovane autore e attore napoletano, ha portato con la bellissima Anna Letizia il suo testo “Tango smascherato”, che, in chiave brillante, parla del sacrificio e dell’amore. Nunzio Bellino, attore classe 1989, è venuto alla ribalta lo scorso anno con il cortometraggio “Elastic Heart”, dello sceneggiatore e regista Giuseppe Cossentino, un lavoro filmico sociale volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della disabilità, raccontando la vita reale di Bellino, affetto da una rara patologia a trasmissione genetica, la sindrome di Ehlers- Danlos: stesso tema del toccante monologo che ha commosso il pubblico sorrentino. Stefania Ciancio, anche lei come Cerasuolo habituè di Teatro in Pillole, formatasi all’arte scenica presso il prestigioso laboratorio del Teatro Diana, La palestra dell’Attore “Mariolina Mirra De Gaudio”, ultimamente è stata in scena con “Il Medico dei Pazzi” per la regia di Salvatore Sannino di Teatrodisotto; a Sorrento ha catturato il plauso di pubblico e critici con una magistrale lettura del testo “Donne in Rinascita” di Jack Folla. Alfonso D’Antuono, uno dei più apprezzati e seguiti cabarettisti napoletani, con il suo genere ispirato al Cafè Chantant, all’avanspettacolo, alla tradizione della commedia buffa d’improvvisazione, alla drammaturgia verista di Raffaele Viviani e alla realtà dei vicoli e quartieri di Napoli cui attinge, ha fatto l’en plain di applausi dominando la scena col suo smisurato talento accanto al bravissimo Fedele Perillo in un brano tratto dal testo da lui scritto e diretto “Io e bambinella”, che sta portando in giro con la sua compagnia teatrale “E SCAPESTRAT”. Marilena Altieri, pittrice e attrice sensibile e appassionata, esperta di reading letterari, ha volato alto con una toccante interpretazione di una poesia di Charles Bukowski. Giurata della serata, con la sua innata eleganza e immensa umanità, Eleonora Di Maio, insignita di un meritatissimo riconoscimento dalla Fondazione Sorrento- una preziosa scatola intarsiata di Sorrento col pregiato libro delle opere di Bacon- per la sua attività a favore della cultura in qualità di direttrice artistica dell’Accademia “On Broadway Musical Theatre & Dance”, la scuola di musical, teatro, canto e danza di Sorrento che mira a formare futuri performer-professionisti dello spettacolo. Sono intervenuti alla serata i migliori allievi dell’Accademia da lei diretta, con il balletto iniziale su musica di Dreams dei Cranberries, con uno splendido estratto di “Storie da Scugnizzi”, l’ultimo musical messo in scena dal gruppo, e con la canzone interpretata da Alessandra Volpe, ex-allieva ormai proiettata alla carriera nazionale. Successo personale anche per Carlo Alfaro, spigliato e sensibile presentatore della serata, vale per tutti un commento della grande maestra pasticcera Maria Grazia Cocurullo: “Complimenti Carlo per tutto quello che fai, sei sempre un passo avanti agli altri”.


ULTIME NEWS