Trading on line, investire nel 2018: su cosa puntare?

Trading on line, investire nel 2018: su cosa puntare?

Su cosa investire nell’anno 2018? Azioni, obbligazioni, criptovalute, hedge funds, polizze assicurative, materie prime, conti deposito, etc. etc.: ecco tutte le attività finanziarie da valutare per costruire il migliore portafoglio investimenti. Prendere una decisione in termini di investimento non è assolutamente semplice, sono tanti gli assets da valutare per gestire ad hoc i propri risparmi. Non c’è una ricetta preconfezionata semplice ed alternativa su come investire, tutto dipende anche dalla propria propensione a rischiare e dall’importo del capitale a disposizione. In questa guida raccogliamo tutte le informazioni più utili su quali tipologie di attività finanziarie puntare per investire capitale e come fare trading online, un’opportunità di guadagno sempre più interessante.

Investire e far fruttare i propri risparmi: le strategie vincenti

Investire nel 2018? Ci sono tantissime alternative e tattiche strategiche da valutare per far fruttare i propri capitali risparmiati. Tuttavia, esistono soluzioni diverse: più si è disposti a rischiare e più si guadagna. Non a caso gli investimenti sicuri rischiano di rendere davvero poco.

Conto Deposito

Investi i tuoi risparmi aprendo un Conto Deposito: si tratta di un conto che, a differenza del conto corrente, fa fruttare il denaro depositato grazie ai tassi di interesse vantaggiosi. Si tratta di un prodotto bancario da valutare se si vuole ottenere un rendimento certo sul capitale investito. Sul mercato, ogni investitore può optare tra tantissime offerte proposte dai principali istituti di credito e scegliere il conto deposito più adatto alle proprie esigenze. Nella scelta del tipo di conto deposito, si deve valutare la tipologia di conto (vincolato o libero), la durata in mesi del deposito, il tasso di interesse, gli oneri e le commissioni applicate dall’intermediario bancario. Online ci sono diverse piattaforme che consentono di comparare le varie offerte commerciali di conto deposito e optare per quello più remunerativo. Prima di optare per il prodotto più valido, è importante leggere sempre tutte le condizioni riportate nel fascicolo informativo.

Fondi comuni di investimento

Tra i migliori investimenti, i fondi comuni sono tra gli strumenti più apprezzati in tutto il mondo in quanto presentano rischi tendenzialmente bassi e permettono di diversificare il proprio portafoglio. Come funzionano? I fondi comuni di investimento sono istituti di intermediazione finanziaria cha hanno come obiettivo principale quello di investire i capitali raccolti dai risparmiatori. Attraverso la gestione di una serie di asset, la finalità è quella di creare valore per i risparmiatori che hanno investito. Esistono diverse tipologie di fondi comuni tra cui: Fondi azionari che investono principalmente in titoli azionari o in obbligazioni convertibili; anche se in genere sono più rischiosi, tendono a garantire rendimenti più elevati. Fondi bilanciati, sono fondi che mirano a bilanciare le diverse forme di investimento in modo tale da ottenere prestazioni e profili di rischio intermedi. Fondi obbligazionari, si tratta di fondi che investono prevalentemente in obbligazioni ordinarie e in titoli di Stato. Anche se sono più sicuri, il principale svantaggio è quello di essere meno redditizi.

Hedge Fund

Si tratta di un fondo comune di investimento privato, amministrato da una società di gestione professionale. La finalità principale è quella di produrre rendimenti costanti nel tempo grazie ad investimenti ad alto rischio finanziario, anche se potenzialmente fruttuosi nel medio-lungo orizzonte.

Titoli obbligazionari (Bond)

Vuoi investire in modo sicuro? Per il 2018 si può ancora puntare sui Bond? Sebbene siano un investimento sicuro, i titoli obbligazionari sono poco remunerativi e sono indicati per chi ha una bassa propensione a rischiare. Quando si investe in un titolo obbligazionario, si riceve quanto prestato (capitale) dopo un periodo prestabilito (scadenza) + una quota periodica (interesse) che corrisponde al rendimento. Sono obbligazioni quelle emesse dal Governo per finanziare il debito pubblico (Btp) o quelle emesse da alcune società per raccogliere liquidità ed effettuare nuovi investimenti. Sono uno strumento molto interessante per gli investimenti a medio e lungo termine.

Investire in CFD: come fare trading online

Fare trading online è una delle migliori strategie per avere l’opportunità di guadagnare, anche se i rischi stanno dietro l’angolo. I contratti per differenza (CFD) rappresentano un ottimo strumento per negoziare o compravendere sui contratti finanziari derivati. Gli investitori che decidono di fare trading online con i CFD possono speculare sulla quotazione delle attività finanziarie sottostanti o asset, senza detenerli. Gli asset sottostanti possono essere rappresentati dai titoli azionari, obbligazioni, criptovalute, materie prime, opzioni binarie, etc. etc. In questo modo è possibile speculare e guadagnare sia da un eventuale aumento o calo dei prezzi. Quando si negozia con i CFD, si effettua una previsione sul movimento futuro dell’attività finanziaria. Si può acquistare o vendere un CFD se si prevede un aumento o un calo del prezzo dell’asset sottostante. Anche se non si possiede l’asset fisicamente, le perdite derivanti dai CFD possono avere implicazioni negative sul capitale di trading. Per fare trading online è necessario scegliere un Broker regolamentato, sicuro e affidabile del calibro di IQ Option, eToro, 24Option, Plus500, etc. etc. Per i trader principianti si consiglia di aprire un Conto Demo (denaro virtuale) prima di passare ad un Conto reale (denaro reale). L’attività di trading è sempre rischiosa, ma può garantire anche ottimi rendimenti in termini economici sul capitale investito.


ULTIME NEWS