Family Link stacca i figli da smartphone e tablet

Family Link stacca i figli da smartphone e tablet

Nuove funzioni per il software di controllo parentale di Big G

Family Link è l’app dell’ecosistema Google che consente di impostare regole di utilizzo per smartphone e tablet Android di bambini e adolescenti, per creare sane abitudini digitali.

Mette a disposizione dei genitori tante utili funzioni, a partire dalla visualizzazione su Google Maps della posizione in cui si trovano i dispositivi dei figli, così da poterli rintracciare in caso di necessità.

Offre, inoltre, la possibilità di impostare quali app sono scaricabili e installabili o meno e, grazie ai rapporti sulle attività, fornisce un quadro completo di come il terminale viene utilizzato.

Family Link stacca i figli da smartphone e tablet

Sta a ogni genitore decidere per quanto tempo al giorno e in quali fasce orarie i terminali si possono utilizzare, Family Link consente di impostare questi limiti sui dispositivi dei figli così da aiutarli a trovare il giusto equilibrio. Extrema ratio, offre anche la possibilità di bloccare il telefono in qualsiasi momento. Così, ad esempio, supponendo che nostro figlio, nonostante le reiterate chiamate, non si decida a venire a tavola perché ipnotizzato da un game o da una chat, potremo far partire un conto alla rovescia di cinque minuti sul suo schermo ed alla fine si ritroverà il terminale bloccato.

Il funzionamento di Family Link è garantito sui dispositivi con Android 7.0 (Nougat) e versioni successive. È possibile che in alcuni casi funzioni anche su dispositivi con Android 5.0 e 6.0 (Lollipop e Marshmallow). Lato genitori Family Link gira su dispositivi Android con KitKat 4.4 e versioni successive e anche su iPhone con iOS 9 e versioni successive. Con l’ultimo aggiornamento Family Link si interfaccia anche con Google Assistant, l’assistente vocale di Big G, così da rendere possibile la gestione a voce (“Hey Google, blocca lo smartphone di Pietro”).

Da segnalare, infine, che i maggiori di 13 anni hanno la facoltà di accettare o meno l’attività di supervisione dei genitori. Se, dopo averla accettata, decidono però di disabilitarla, avranno un blocco del terminale per 24 ore.

Gennaro Annunziata


ULTIME NEWS