Boccia, se lunedì sale lo spread pagano famiglie, imprese, Stato. Non si può aspettare, bisogna agire e anticipar

Boccia, se lunedì sale lo spread pagano famiglie, imprese, Stato. Non si può aspettare, bisogna agire e anticipar

Capri  – “Il cambiamento potrebbe anche essere peggiore, non è vero che peggio di così non si può andare, può andare peggio se facciamo degli errori”, avverte il leader di Confindustria, Vincenzo Boccia, dal palco del convegno di Capri dei Giovani di Confindustria: “Se lunedì lo spread aumenta il cambiamento è negativo, perchè pagheranno di più, imprese e famiglie. E’ negativo per le imprese, per le famiglie, e lo Stato”. L’invito, ribadisce Boccia, dopo aver parlato di manovra che si può correggere rafforzando il pilastro della crescita, ma anche avvertendo che ci sono “tempi stretti”, è quello ad avere come metro di misura “gli effetti sull’economia reale”.  “C’è una questione temporale, che passa per la lettera dell’Ue e per il downgrade arrivato ieri” da Moody’s, avverte il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, dal convegno dei ‘giovani’ a Capri. “Non si può aspettare”; bisogna “agire, reagire, anticipare”, avverte il leader di Confindustria.


ULTIME NEWS