Notte di Halloween con violenze, due feriti a Cava de’ Tirreni, pietre e vernice contro un autobus. Un accoltellato a Gragnano

Notte di Halloween con violenze, due feriti a Cava de’ Tirreni, pietre e vernice contro un autobus. Un  accoltellato a Gragnano

Cava de’ Tirreni – Ragazzi in maschera per la notte di Halloween lanciano oggetti contro un bus, ferendo lievemente due persone. È accaduto in località Contrapone a Cava de’ Tirreni. Il gruppo di ragazzi, al passaggio del pullman della linea 65 di Busitalia, ha lanciato pietre, uova e barattoli di vernice che hanno mandato in frantumi un finestrino del mezzo.

Notte di Halloween con violenze, due feriti a Cava de' Tirreni, pietre e vernice contro un autobus. Un  accoltellato a GragnanoAlcune schegge di vetro hanno raggiunto i passeggeri, uno dei quali ha riportato lievi ferite alla testa. I sanitari del 118hanno trasportato in ospedale due persone, mentre i carabinieri del Reparto territoriale di Nocera Inferiore hanno avviato le indagini per provare a risalire ai responsabili. L’episodio è stato denunciato sui social network da Luca Narbone, consigliere comunale di Cava de’ Tirreni che ha pubblicato anche alcune foto dei danni subiti dal bus e della ferita al capo riportata da un uomo.

A Gragnano reagisce al lancio di uova e arance, viene accoltellato dal branco

Reagisce al lancio di uova e arance e viene accoltellato. Indagini dei Carabinieri sono in corso su quanto accaduto in via Castellammare a Gragnano  dove un 36enne di Massa Lubrense, già noto alle forze dell’ordine, è stato colpito alla gamba destra, verosimilmente al culmine di una discussione con un gruppo di giovani che avevano lanciato contro la vettura uova e arance. Il ferito è stato portato da personale del 118 all’ospedale di Castellammare. I medici gli hanno prestato le prime cure per “ferita lacero contusa alla coscia destra e per contusione alla zona temporo-zigomatica destra” giudicate guaribili in 10 giorni. Sul fatto indagano i Carabinieri di Gragnano e quelli della Compagnia di Castellammare di Stabia.