Caccia al tesoro Attesa quasi finita In lizza 7 squadre

Caccia al tesoro  Attesa quasi finita  In lizza 7 squadre

 

Sorrento. In piazza Tasso, da giorni, c’è il mega albero di Natale pronto a illuminare le serate di Sorrento. E che, come tradizione, diverrà anche la location d’eccezione per la foto-ricordo dei vincitori. Insomma, è tempo di Caccia al Tesoro. Il grande gioco natalizio di Sorrento è giunto ai nastri di partenza. Domenica prossima, alle 18, nella sala consiliare del municipio di Sorrento, si terrà la presentazione dell’iniziativa curata dall’associazione culturale Nemesi. Sarà l’occasione per ritrovarsi, sorridere, illustrare il vademecum ai cacciatori e soprattutto svelare il tema dell’edizione 2018. Indizi su indizi, rebus, prove di abilità. E tutto tra sentieri, boschi, punti panoramici e luoghi storici di penisola sorrentina e costiera amalfitana.

E’ questa la Caccia al Tesoro che quest’anno vedrà gareggiare sette squadre.

Si parte dai Bastardi senza gloria (capitano Gianmarco De Felice), i detentori del titolo che hanno interrotto il dominio dei Membri (capitano Gianluca Vinaccia), vincitori della Caccia per sei anni consecutivi. Confermate le partecipazioni di Corsari Neri (capitano Selene De Martino), Skuato boys (capitano Roberto Ercolano), N3w Team (capitano Piter Cardone) e Sfaccimmielli (capitano Maddalena Esposito). La novità della Caccia 2018 è l’iscrizione di Hic Sunt Leones (capitano George Alfano), squadra originaria della frazione di Priora. Giunta alla trentaquattresima edizione, la Caccia rientra negli appuntamenti del cartellone di eventi M’Illumino d’inverno e vanta il patrocinio del Comune di Sorrento.

Già ufficializzate le date dell’evento. Il 23 dicembre ci sarà la sfilata delle squadre per le strade del centro. Poi, allo scoccare della mezzanotte del giorno di Natale, si inizierà a giocare e la sfida durerà fino alla serata del giorno 27 quando dovrà essere risolto l’indizio che porterà al tesoro. Il comitato organizzatore, anche quest’anno, sarà di base al parcheggio comunale Achille Lauro e dovrà gestire un evento che coinvolge un migliaio di cacciatori di ogni età.

«L’obiettivo è divertirsi e fare aggregazione – spiega Antonino Russo, presidente dell’associazione Nemesi – Chi partecipa deve restare fedele alla voglia di incuriosirsi e riscoprire il gusto di una competizione sana».

Salvatore Dare


ULTIME NEWS