Ciro Formisano

Castellammare: ai summit per il racket sedeva anche un bambino

Castellammare: ai summit per il racket sedeva anche un bambino

Ciro Formisano

A Castellammare la camorra non è solo un fatto di soldi e di sangue. E’ un fenomeno che condiziona la vita di tutti: imprenditori, commercianti, cittadini onesti e persino dei bambini. Sì perché sotto la cupola di Gomorra anche i ragazzini crescono più in fretta. Specie se sono eredi di dinastie criminali a caccia di nuove leve, di nuovi padrini. Così succede che un quattordicenne, invece di rincorrere il primo bacio o un pallone da calcetto, si ritrovi faccia a faccia con il suo destino segnato. Seduto davanti a un imprenditore da taglieggiare per riscuotere il “pizzo”.

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione

digitale http://metropolis.ita.newsmemory.com/


ULTIME NEWS