Pompei. Scavi, protesta di 40 lavoratori che rischiano il posto: “Violati gli accordi”

Pompei. Scavi, protesta di 40 lavoratori che rischiano il posto: “Violati gli accordi”

Da una parte l’inedita mostra alla Palestra Grande degli Scavi, “Pompei e gli Etruschi”, dall’altro il sit-in all’ingresso di Piazza Anfiteatro di quaranta lavoratori che attendono di essere stabilizzati e protestano per dire «stop alle esternalizzazioni ». E’ lo scenario che si presenta questa mattina davanti al parco archeologico capace di attirare ogni anno oltre tre milioni di turisti. I dipendenti – molti dei quali impegnati nel sito per servizi di pulizia e giardinaggio – si riuniscono in assemblea per chiedere al parco archeologico e al direttore generale, Massimo Osanna, un incontro urgente. Un incontro che non è mai stato convocato, nonostante gli accordi presi nel corso di un summit nella Prefettura di Napoli.


ULTIME NEWS