Reddito di cittadinanza, parte ad aprile. Le parti sociali all’attacco: favorisce il lavoro nero

Reddito di cittadinanza, parte ad aprile. Le parti sociali all’attacco: favorisce il lavoro nero

NAPOLI – La platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza sarà di 1.437.000 famiglie (il 47% al Centro-Nord, il 53% al Sud e Isole, Campania in testa) per 6,5 miliardi di spesa con partenza da aprile. Lo si legge nella bozza del decreto su Quota 100 e Reddito di cittadinanza. Potrà essere chiesto oltre che dai cittadini italiani dai comunitari e dagli extracomunitari residenti in Italia da almeno 10 anni. Per il triennio 2019-21 in via sperimentale si potrà andare in pensione anticipata con 62 anni di età e almeno 38 di contributi. Stipulate convenzioni con le banche per anticipo tfr ai dipendenti pubblici che andranno in pensione con quota 100. Le parti sociali all’attacco: il reddito favorisce il lavoro nero.


ULTIME NEWS