Reddito di cittadinanza: De Luca, corsa per dare soldi prima delle elezioni. Giusto sostenere la povertà ma dopo aprile nulla

Reddito di cittadinanza: De Luca, corsa per dare soldi prima delle elezioni. Giusto sostenere la povertà ma dopo aprile nulla

NAPOLI – “I tempi del reddito di cittadinanza sono scadenzati sulle elezioni europee, stanno facendo la corsa per dare un po’ di soldi prima delle elezioni di maggio”. Lo ha detto il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo de Luca, nel suo spazio settimanale a Lira Tv. “Il governo – ha aggiunto – dice che verranno assunte 4.000 persone per gestire il reddito di cittadinanza, qualcuno pensa che ci possano riuscire in due mesi? Prevedo che entro aprile di quest’anno avremo una erogazione di soldi e poi la cosa andrà a finire nel nulla”. De Luca ha sottolineato: “Un Paese civile ha il dover di sostenere anche con l’assistenza le famiglie e le persone che non ce la fanno a vivere in maniera dignitosa. In particolare penso alle fasce di disabilità e non autosufficienza. Ma le misure in questione non riguardano tanto le aree di povertà ma l’area della disoccupazione dei pensionamenti. In queste misure trovo un limite grave, la quasi completa assenza di politiche per creare posti di lavoro e ricchezza, se produci ricchezza ridistribuisci se invece crei debiti puoi distribuire ma prima o poi qualcuno verrà a chiedertene conto”. De Luca ha aggiunto che il fatto di usare “le società private di lavoro interinale che facciano offerte di lavoro prendendo un contributo, qui vedo segni di clientelismo”.   De Luca ha criticato anche quota 100 nelle pensioni: “Una misura sponsorizzata da Lega e su cui siamo alla truffa”.


ULTIME NEWS