Violentata in stazione, accertamenti sui cellulari degli indagati. Istanza al Tribunale del Riesame, “rapporti consenzienti”  

Violentata in stazione, accertamenti sui cellulari degli indagati. Istanza al Tribunale del Riesame, “rapporti consenzienti”  

SAN GIORGIO A CREMANO  – I magistrati della sezione “Fasce Deboli” della Procura della Repubblica di Napoli stringono i tempi sulle indagini relative alle presunte violenze sessuali ai danni di una 24enne di Portici, avvenuti lo scorso 5 marzo, nel vano ascensore di una stazione della Circumvesuviana, per mano di tre giovani di 18 anni della vicina San Giorgio a Cremano, in carcere con l’accusa di violenza sessuale di gruppo. Gli inquirenti hanno chiesto alla Polizia Postale di eseguire accertamenti tecnici sui cellulari dei tre indagati finalizzati anche a capire se i tre abbiano girato dei video delle violenze.   Intanto, attraverso i propri legali, i tre giovani hanno presentato istanza al Tribunale del Riesame sostenendo che i rapporti sessuali sono stati consenzienti. In una lunga e faticosa audizione, davanti al pm Cristina Curatoli e all’aggiunto Raffaello Falcone, la vittima dello stupro qualche giorno fa ha confermato di essere stata spinta nell’ascensore e poi violentata.


ULTIME NEWS